domenica, 17 Gennaio 2021

Numero chiuso al Colosseo? meglio ingressi programmati

La soprintendente Moretti spiega la sua idea per la gestione dei flussi turistici nel sito

“Un numero programmato di presenze simultanee per incrementare la godibilità della visita e la sicurezza del monumento e dei turisti. L'iniziativa sta dando risultati esemplari e non ha mai generato inconvenienti o attese prolungate per i visitatori del Colosseo. Sono proprio i turisti i primi ad apprezzare questa misura che garantisce serenità e condizioni ottimali di visita. La ressa infastidisce sia quando si vorrebbero contemplare volte e ambulacri sia quando si vuole accedere ai servizi e alle offerte didattiche”. È quanto afferma Anna Maria Moretti, Soprintendente speciale per i beni archeologici di Roma e Ostia antica che torna sull'argomento ‘numero chiuso’ spiegando che in media una visita dell'Anfiteatro Flavio dura circa 90 minuti. Si capisce, allora, che anche in periodi di grande afflusso, con oltre 20 mila persone giornaliere, ci sarà spazio e tempo per tutti, come è sempre avvenuto.
Quanto all'area di rispetto intorno all'Anfiteatro Flavio, il Soprintendente Moretti ricorda che ne esisteva già una in antico. “L'esigenza di proteggere il monumento era analoga all'odierna. Penso ad un progetto condiviso con tutti i soggetti competenti e affidato ad una matita speciale che sappia adeguare contenitori e contenuti, che valorizzi l'area monumentale dell'Anfiteatro, ne definisca le relazioni con gli altri monumenti, dia respiro alla piazza. Del resto, come per altre piazze di Roma anche quella del Colosseo potrebbe essere ripensata per migliorarne l'aspetto diurno e notturno”. 

News Correlate