domenica, 27 Settembre 2020

Roma, con investimento Danimarca riemergerà tutto Foro Cesare

Ampliare il Foro di Cesare con uno scavo che lo farà riemergere nella sua interezza è l’intervento che verrà realizzato a Roma grazie al mecenatismo della Fondazione Carlsberg di Copenhagen che ha destinato all’iniziativa 1,5 milioni.

Ieri, infatti, la regina di Danimarca, Margrethe II ha visitato il sito insieme al sindaco Virginia Raggi. “Con questo intervento, che si dovrebbe concludere nel 2021, si potrà recuperare il Foro di Cesare nella sua interezza. Oggi un quinto è ancora sommerso”, spiega il sovrintendente Claudio Parisi Presicce.
Secondo le stime di Presicce l’intervento sarà concluso entro la primavera del 2021. “Cominceremo con un saggio di scavo su circa 400 mq e pensiamo che quest’area restituirà i resti del portico orientale del Foro Cesare. Se sono ben conservati per poterlo ricomporre, lo faremo e si continuerà lo scavo fino al tempio di Venere Genitrice. Speriamo anche che da questo scavo emergano anche altre tombe dell’età del bronzo”.
Il tour della Raggi e della Regina di Danimarca ha interessato l’area del progetto di scavo finalizzato all’ ampliamento del Foro di Cesare, per il quale la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali nel mese di marzo ha siglato una convenzione con l’Accademia di Danimarca del valore di 1.500.000 euro erogato dalla Fondazione Carlsberg di Copenhagen.
“Desidero rivolgere un caro saluto alla regina di Danimarca – ha detto Raggi – Siamo felici di accoglierla nel cuore della Capitale d’Italia, che custodisce un patrimonio e una bellezza che l’hanno resa famosa nel mondo. Un patrimonio culturale, immenso e inestimabile, verso cui lei mostra tanto amore e attenzione. Oggi per Roma è un giorno speciale, rendiamo visibile al mondo un atto di mecenatismo che consentirà l’ampliamento dell’area del foro di Cesare. Un gesto bellissimo che sottolinea l’attenzione verso Roma e la sua storia Voglio esprimere un sincero ringraziamento per la generosità e sensibilità alla fondazione Carlsberg di Copenaghen”.
“Essere qui significa qualcosa soprattutto per le persone interessate a fare questo scavo – ha detto la regina – Mi piace molto l’archeologia, vedere come si viveva un tempo può insegnarci come vivere oggi”.

News Correlate