domenica, 13 Giugno 2021

Musica, cultura e spettacoli danno il via all’Estate Romana. Nuovo bando per spazi aperti

Tornano i grandi eventi nella Capitale con la presentazione del cartellone dell’Estate Romana, che dopo un anno terribile per la cultura e gli spettacoli riparte premendo sull’acceleratore. Oltre al programma delle istituzioni culturali cittadine e ai 65 progetti ad hoc come Villa Ada incontra il mondo, il Jazz a Villa Celimontana, I Giardini della Filarmonica, Dominio Pubblico e il festival del fumetto delle donne Bande de femmes, si aggiunge il nuovo bando per la concessione gratuita di spazi all’aperto per attività culturali da svolgere tra il 30 luglio e il 3 ottobre.
“Roma è la città della ripartenza post Covid, sia con grandi eventi sportivi che con la cultura – commenta la sindaca Virginia Raggi – Sono convinta che la città sia pronta, sempre nel rispetto delle norme sanitarie. Abbiamo davvero bisogno, non solo di tornare a guardarci negli occhi, ma anche di far vivere nuovamente un settore che nell’ultimo anno è stato messo in ginocchio. È importante per noi, per gli artisti e tutti gli operatori che hanno dovuto tener duro. E l’Estate Romana – aggiunge – è un volano per la ripartenza, un valore aggiunto non solo per i cittadini ma anche per i turisti, che stanno tornando”.
“Essere qui oggi non era scontato – riflette l’assessora alla cultura, Lorenza Fruci – L’ultimo anno ci ha messo davanti ai limiti dell’amministrazione e ai lacciuoli della burocrazia. Ci ha richiesto tantissima elasticità e impegno per dare risposte concrete agli operatori”.
Primo fra tutte quello degli spazi. Con il nuovo bando, aggiunge la sindaca, “lanciamo loro un segnale di grande apertura, stima e fiducia”. Dallo stesso input nasce anche la nuova call lanciata alla realtà culturali cittadine per mettere a disposizione gratuitamente i loro spazi per periodi delimitati per svolgere sezioni di prova, laboratori, incontri senza pubblico. Nuova apertura anche per la Sala Santa Rita, fortemente voluta dall’Assessora Fruci, con il bando per 12 progetti espositivi di arte contemporanea, da ospitare dall’1 luglio al 31 dicembre: 160 le richieste di sopralluogo ricevute e 40 le proposte presentate.
Tra le conferme, invece, la Festa della Musica del 21 giugno che in più zone della città accoglierà chiunque voglia condividere le proprie note (per iscriversi: www.culture.roma.it/festadellamusicaroma) e che aprirà anche l’Estate in biblioteca, con presentazioni di libri, reading, musica, laboratori e circoli di lettura.

News Correlate