lunedì, 23 Novembre 2020

Tevere come Senna? Con Recovery Fund potrebbe diventare realtà

Un Tevere navigabile come Senna, Danubio o Tamigi. Finalmente, sembra che il sogno di ogni amministrazione capitolina potrebbe avverarsi. Il progetto porta la firma del Governo e prevede l’investimento di 420 milioni di euro sui fondi del Recovery Fund attraverso il MIT.  Coinvolto un manipolo di soggetti tra cui l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale, la Regione Lazio, la Città Metropolitana di Roma, i Comuni di Roma e Fiumicino, la Capitaneria di Porto di Fiumicino, l’Autorità di Sistema Portuale del mar Tirreno centro-settentrionale.
Si parla della tratta Fiumicino-Roma di circa 50 km e di interventi finalizzati a imbarcazioni elettriche, ascensori, rampe di accesso, interventi di messa in sicurezza, banchine nuove e ristrutturate, risanamento ambientale e naturalistico. Previsto anche un Terminal Crociere a Fiumicino.
Per Roma, che s’appresta al Giubileo 2025 e a candidarsi per l’expo del 2030, sarebbe una risposta eccezionale ai grigiori del Covid e alle speranze di domani.
“Dipende tutto dall’Europa – commenta il sottosegretario MIT Roberto Traversi – Se il piano verrà approvato avremmo risorse certe che sarebbero specificatamente destinate ai progetti presentati”.

News Correlate