domenica, 17 Gennaio 2021

Roma si conferma Capitale anche per lo shopping Tax Free

Planet ha estrapolato gli ultimi dati relativi alla situazione europea ed italiana del comparto retail per gli acquisti Tax Free dei viaggiatori internazionali. A livello europeo, sebbene ci sia stato un rallentamento rispetto alla forte crescita di luglio, la performance dei retailer ad agosto è rimasta positiva, registrando una crescita costante del 6% nelle vendite esentasse nel mese. Tra i principali mercati di origine, i turisti dagli Stati Uniti continuano a dominare con una crescita su base annua dell’11%. In questo periodo hanno inoltre fatto il loro ingresso tra i primi cinque paesi di origine per peso sul mercato l’Arabia Saudita e il Kuwait. I due paesi, entrambi appartenenti al gruppo di nazioni del Consiglio di Cooperazione del Golfo, sono cresciuti rispettivamente del 15% e del 7%.

In questo scenario l’Italia resta il paese europeo ad aver registrato il più alto tasso di crescita nelle vendite Tax Free negli ultimi tre anni. Infatti, dopo l’aumento record del 20% registrato nel 2017, le vendite hanno continuato a lievitare di un ulteriore 7% nel 2018 e finora del 9% nel 2019.

“Gli ultimi 3 anni hanno rappresentato una svolta per il comparto tax free nel nostro paese – commenta Sara Bernabè, General Manager di Planet in Italia – Un trend positivo mantenuto dai retailer italiani nonostante il calo degli acquisti dei turisti russi, e grazie alla costante crescita delle vendite sia ai clienti cinesi che americani che hanno permesso di registrare consistenti guadagni a doppia cifra nel corso dell’ultimo triennio. Il settore, solo nel 2018, ha impattato sull’economia interna per oltre 3 miliardi di euro e i margini per la crescita del segmento sono ancora ampi. Il nostro obiettivo infatti è quello di guidare gli esercenti affinchè non perdano nemmeno un’occasione per attrarre la clientela internazionale, qualunque sia il paese di provenienza”.

In riferimento alla sola situazione agostana, fra le principali città della Penisola è stata Roma ad assicurarsi il risultato migliore, con i retailer capitolini che hanno visto crescere le vendite del 14% rispetto allo scorso anno. Un trend che ha interessato anche il valore degli acquisti, con lo scontrino medio che è arrivato a toccare nelle vie dello shopping di lusso i 1000 euro (+3%).

Si tratta di un successo sostenuto principalmente dai turisti statunitensi, che scalzano i cinesi dal primo posto delle nazionalità dello shopping capitolino, arrivando a pesare per il 23% del mercato (vs. 21% dei cinesi) e realizzando acquisti e spesa media incrementati rispettivamente del 35% e del 11%.

Per quanto riguarda la distribuzione dello shopping Tax Free fra le principali vie del centro, guidano indiscusse Piazza di Spagna e Via dei Condotti, appaiate con il 36% di quota di mercato ciascuna, mentre lo scontrino medio più alto se lo aggiudica Piazza di Spagna (1.499 euro).

Risultati pressoché inarrivabili per gli altri capoluoghi italiani, infatti Milano, pur mantenendo la quota di mercato assoluta più alta (25%, seguita proprio da Roma al 20%) ad agosto ha visto crescere le vendite Tax Free e lo scontrino medio rispettivamente solo del 3% e del 1%. Firenze (14% di market share), ha registrato un incremento nelle vendite dell’ 1% ma una flessione nello scontrino medio del 2%, realizzando il valore più basso fra i quattro capoluoghi (920€). Chiude Venezia (7% di market share), con un +2% nel volume di vendite, ma un decremento del 3% nella transazione media, pari a 1.180 euro.

News Correlate