mercoledì, 26 Gennaio 2022

Intesa Sanpaolo presenta ‘Motore Italia’: per pmi Lazio Plafond di 2 mld di euro

Fa tappa a Roma il roadshow virtuale di Intesa Sanpaolo dedicato a ‘Motore Italia’, il nuovo programma strategico di finanziamenti e iniziative per favorire il rilancio delle piccole e medie imprese italiane, mettendo a disposizione 2 miliardi di euro di nuovo credito per le imprese laziali.
Il piano, che su scala nazionale prevede un plafond di 50 miliardi, punta a mettere in campo tutte le iniziative opportune per consentire alle imprese di affrontare le esigenze – ancora diffuse – dettate dall’emergenza e dalla crisi pandemica.
Anticipando i bisogni di liquidità e supporto in vista delle prossime scadenze delle misure governative, la misura fondamentale del programma stabilisce nuove soluzioni di allungamento della durata dei finanziamenti in essere, ampliando le iniziative di sostegno alla liquidità già messe in atto nel corso del 2020.
Previsti inoltre ulteriori interventi per preparare le PMI al rilancio economico e al recupero di competitività attraverso investimenti per la transizione digitale e sostenibile, in linea con i futuri obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Recovery Plan).
Alla presentazione, ieri sera, hanno preso parte per Intesa Sanpaolo Pierluigi Monceri, responsabile della direzione regionale Lazio, Sicilia, Sardegna, Abruzzo e Molise, Fabrizio Guelpa, responsabile Industry & Banking Research della Direzione studi e ricerche e Anna Roscio, responsabile Direzione Sales & Marketing Imprese; sono altresì intervenuti Angelo Camilli, presidente di Unindustria e Lorenzo Tavaglianti, presidente della Camera di Commercio di Roma.
Il programma ‘Motore Italia’ di Intesa Sanpaolo si compone di 5 linee di intervento, calibrate sulle direttrici strategiche della crescita del Paese che, complessivamente, potranno innescare nuove erogazioni di credito per oltre 50 miliardi di euro, grazie anche al supporto delle risorse rese disponibili attraverso il Fondo Centrale di Garanzia e SACE:
1. Liquidità ed estensione dei finanziamenti
2. Investimenti per la transizione tecnologica
3. Investimenti per la transizione sostenibile
4. Finanza strutturata e straordinaria
5. Soluzioni non finanziarie e partnership qualificate

News Correlate