mercoledì, 27 Maggio 2020
TESTMSL

Un forum comune per le città d’arte italiane

Roma, Firenze, Venezia, insieme per un’alternativa alla tassa di soggiorno

Roma, Venezia e Firenze insieme per la qualità, per governare i flussi turistici, reperire fondi e tutelare il decoro e quindi la sopravvivenza dei beni che conservano. E’ partito ieri durante un convegno sulla gestione dei flussi turistici organizzato dal Comune di Venezia, il forum permanente tra le tre città d’arte italiane per lanciare iniziative comuni, scambiarsi informazioni ed esperienze, ma soprattutto per trovare soluzioni ai problemi che le affliggono. Una prima rassicurazione è arrivata da parte del sottosegretario ai beni culturali, Andrea Marcucci: “Il Governo ha ben presente i problemi economici che hanno i comuni e le città d’arte per finanziare i servizi a fine turistico e per questo si impegnerà a trovare una soluzione”. Bocciata la tassa di soggiorno, per Marcucci la strada da seguire è quella di una legge ad hoc, “fuori dalla Finanziaria – ha detto – e da realizzare entro il 2007”. In cantiere provvedimenti che vadano ad incidere sul turismo giornaliero “con un prelievo legato al parcheggio dei mezzi o al transito pedonale, ticket di ingresso quindi, ma anche con il concorso delle attività economico-commerciali che maggiormente traggono benefici dalla località e dalla posizione in cui si trovano”. Tra i progetti lanciati dalle tre città, recuperare il tessuto cittadino riconvertendo bancarelle che non hanno più a che fare con la tradizione locale; colpire il commercio abusivo ambulante; moltiplicare i servizi di accoglienza e di controllo e soprattutto fare informazione. Cominciando a comunicare ai turisti il rispetto per le città attraverso i vettori, navi, aerei, treni, che utilizzano per giungervi, moltiplicando poi gli itinerari per spalmare sul territorio le masse di visitatori e ripensando anche alle gite scolastiche che, al momento, sono concentrate in una fascia ristretta dell’anno.

News Correlate