TESTMSL

Una brochure per promuovere la Riviera e il Parco del Beigua

Angelo Berlangieri, assessore Regionale al Turismo, insieme a Matteo Rossi, assessore Regionale allo Sport e Dario Franchello, presidente del Parco naturale regionale del Beigua, ha presentato la nuova brochure turistica che promuove la Riviera ed il Parco del Beigua attraverso eventi organizzati nel periodo Primavera – Estate 2014. L'iniziativa per la prima volta riunisce tutti i Comuni della Riviera del Beigua con quelli del Parco del Beigua, nel territorio a cavallo tra le due provincie di Genova e Savona. Il calendario delle diverse iniziative racconta di un territorio ricco di offerte; un distretto della qualità ambientale e della qualità dell'accoglienza che ha pochi eguali in Liguria. Un territorio che, a partire dal 2005, è stato in gran parte riconosciuto come Geoparco internazionale ed inserito nella Rete Europea dei Geoparchi e nella Rete Globale dei Geoparchi  sotto l'egida dell'UNESCO.
La brochure consta di 64 pagine a colori e illustra i 17  Comuni del comprensorio della Riviera e del Parco del Beigua, per poi passare in rassegna le attrazione naturalistiche presenti: il Geoparco e le attività di birdwatching, il Santuario dei Cetacei nel tratto di mare di fronte alla Riviera del Beigua, l'Orto Botanico di Villa Beuca a Cogoleto, il Giardino Botanico di Pratorondanino a Campo Ligure.
Non manca la lista dei Centri Visita e dei Punti Informativi del Parco, ma anche una carrellata dei musei e delle esposizioni permanenti che arricchiscono tutti Comuni del distretto turistico, oltre ad alcune mete di inestimabile valore storico-culturale, a cominciare dalla Badia di Tiglieto del 1120 per poi passare al medievale Castello di Campo Ligure, dall'ottocentesco Eremo del Deserto di Varazze al Forte Geremia sulle alture di Masone, dalle antiche Fornaci di Cogoleto alle altre mete di interesse turistico-religioso.
Numerose e diversificate le opportunità per praticare sport all'aria aperta: dal trekking al nordic walking, dal podismo al trail-running, dall'arrampicata al bouldering, dall'orienteering al torrentismo, dalla mountain bike alla bici da strada, dall'equitazione al trekking a cavallo, dal parapendio al percorso avventura. Ma tre campi da golf, scuole di vela, surf, diving e snorkeling, pesca turismo e pesca nelle acque interne, la raccolta dei funghi. E poi anche la possibilità di relax e cure benessere presso le terme dell'Acquasanta.
La brochure è in distribuzione presso gli Uffici IAT, i Comuni, i Centri Visita e i Punti Informativi del Parco e le diverse strutture ricettive.

News Correlate