lunedì, 29 Novembre 2021

Stagione turistica da dimenticare per Riviera ligure

Preferita la Croazia dove un 5 stelle costa quanto un nostro 3 stelle

Stagione turistica da dimenticare per la Riviera Ligure: meno 15% rispetto al 2006. I dati delle presenze di giugno negli alberghi, sono eloquenti: perde terreno Savona, che con il 44% delle strutture e più di 6 milioni di presenze all’anno è sempre stata la capofila del turismo; cala Imperia e segnano il passo il Tigullio e Genova. Guadagna solo La Spezia. I numeri di luglio non sono ancora ufficiali. Il Golfo però comunica ulteriori perdite: -1,69 negli alberghi e 1,62 nell’extra-alberghiero. É stata talmente fiacca l’estate 2007 da mettere a dura prova anche la tenuta di una novità turistica assoluta come Genova. In città era cominciata bene con il 73,5% delle camere occupate a maggio. Poi, però, c’è stato giugno e l’occupazione è scesa al 66%; a luglio le presenze, rispetto al 2006, sembrerebbero parecchie di più, 48.074 contro 43.705. “Bisogna dare agli stranieri qualcosa che giustifichi una spesa superiore e un lungo viaggio –dichiara il presidente del Consorzio Incoming Italia, Mally Mamberto – Non possiamo stupirci che preferiscano andare in Croazia dove soggiornano in quattro o cinque stelle all inclusive alla stessa cifra di un nostro tre stelle”. L’indicazione è di puntare sul turismo del fuori stagione, sull’alta qualità unita a prezzi migliori, e su quel 25-30% di turismo europeo che da una vacanza vuole anche il benessere che la Liguria potrebbe assicurare.

News Correlate