martedì, 20 Aprile 2021

Malpensa, Prodi: “Il problema dell’hub? Arrivarci”

Il presidente della Sea: “Le parole del premier sono uno stimolo”

Arrivare a Malpensa. Ecco la difficoltà principale dello scalo varesino secondo il presidente del Consiglio, Romano Prodi, intervenuto ieri a un convegno nella sede della Provincia di Milano. “Il problema di Malpensa – ha detto Prodi – non dipende da Malpensa, ma dall’arrivare lì. Se ci fossero treni da tutta la regione in grado di collegare l’aeroporto in un’ora e mezza e si potesse fare il check-in a bordo non sarebbe una cosa avveniristica”, però aiuterebbe a portare a Malpensa i viaggiatori del suo potenziale bacino di utenza. “Malpensa – ha concluso il presidente del Consiglio – avrebbe un bacino enorme, ma i bacini vanno raccolti con le dighe”. Parole positive, quelle pronunciate dal premier, secondo il presidente della Sea, Giuseppe Bonomi. “Anzitutto – ha osservato Bonomi – significa che Prodi mette Malpensa in posizione di rilevanza nel panorama industriale italiano”. Il suo ragionamento sullo stato delle infrastrutture comunque “non è nuovo – ha detto il numero uno della Sea -, il presidente del Consiglio sostiene le stesse tesi che sosteneva nel 1997-98, quando era a capo del Governo e Malpensa 2000 non era ancora stata inaugurata”. Nel frattempo “qualche passettino in avanti si sta facendo, ma non è ancora sufficiente” a giudizio di Bonomi, che dunque legge le parole di Prodi anche “come uno stimolo a chi di dovere” perché le infrastrutture, specie ferroviarie, si facciano. Infine, secondo il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, “piuttosto che discutere se implementare Malpensa, si potrà semmai discutere di creare un altro hub al centro-sud che si può aggiungere a Malpensa ed essere ulteriore, ma non alternativo rispetto all’ aeroporto milanese”.

News Correlate