TESTMSL

La Ca’ Granda è ora visitabile grazie a MilanoCard

Sta per prendere avvio il progetto di apertura dell’Archivio e del Sepolcreto della Ca’ Granda. Il percorso, che prenderà il nome di ‘ArSe’ e sarà gestito dal Gruppo MilanoCard in seguito all’assegnazione del bando indetto dall’ospedale stesso.

L’archivio storico del 1600 – dichiarato Luogo del Cuore dal FAI – custodisce migliaia di documenti storici relativi all’amministrazione ospedaliera, tra cui spiccano gli atti di fondazione dell’ospedale, centinaia di pergamene e alcune lettere firmate da personaggi illustri fra i quali Napoleone e Leopardi; il complesso include anche una delle Biblioteche Storiche di Medicina tra le più grandi d’Europa. Il Sepolcreto si trova al di sotto della Cripta della Chiesa della B.V. Annunciata, adiacente all’Archivio, anch’essa di epoca secentesca, e si stima che custodisca i resti di circa 150mila pazienti ospedalieri deposti fra il 1637 e il 1695. Lo stesso luogo ha ospitato anche le spoglie dei caduti delle Cinque Giornate di Milano.
Per la prima volta nella sua storia la Cà Granda offrirà un percorso museale al proprio interno, dando voce ai suoi luoghi più reconditi, che potranno raccontare la storia di questa Istituzione e della città. L’intero percorso ArSe prenderà il nome di ‘Percorso dei segreti della Ca’ Granda’.
“Sono molto felice di dare l’avvio a questo percorso museale – spiega Marco Giachetti, presidente del Policlinico – Sin dal mio arrivo qui come Presidente ho messo ai primi posti del mio mandato la volontà di realizzare questo percorso, per permettere a tutti i cittadini di scoprire i tesori nascosti della Ca’ Granda. Dopo l’apertura di questa prima parte di percorso, mi auguro di poter ampliare lo spazio di visita ad altre sale e per questo sto lavorando con l’Amministrazione ospedaliera anche in vista della costruzione del nuovo Policlinico”.
“Siamo pronti a spalancare ancora una volta le porte della bellezza nascosta di Milano. Un altro dei luoghi più preziosi e rappresentativi della città sta per tornare ai cittadini e ai visitatori, carico dei suoi 600 anni di storia”, dice Edoardo Filippo Scarpellini, ad del Gruppo MilanoCard.
Dal 2015 il Gruppo MilanoCard gestisce alcuni monumenti storici della città chiusi da tempo: la Highline Galleria, il percorso sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele, la Cripta di San Sepolcro, la più antica chiesa sotterranea della città, il Foro romano di Milano, l’antica piazza principale di Milano dove si svolgevano le maggiori attività civili e religiose e Cinema Bianchini, il primo cinema esperienziale organizzato in location mozzafiato, attualmente a bordo di un battello sui Navigli. www.arsemilano.it

News Correlate