mercoledì, 12 Maggio 2021

easyJet festeggia 15 anni Malpensa e potenzia la scuola piloti  

easyJet festeggia i 15 anni a Malpensa, dove è prima compagnia con 75 milioni di passeggeri trasportati, e per l’occasione potenzia la scuola piloti, che da nazionale diventerà europea.
Da maggio la compagnia  estende ai ‘cabin crew’ le proprie attività di addestramento presso il Training Center di Cae portando a Milano ‘nuovi dispositivi all’avanguardia’, spiegano da Luton. In questo modo, ai 4 simulatori già in funzione per il training dei piloti se ne aggiunge un quinto di ultima generazione.
easyJet è presente a Malpensa dal 1998, ma ha creato la propria base operativa italiana esattamente 15 anni fa, nell’aprile del 2006, e negli anni ha diversificato i propri investimenti sullo scalo intercontinentale. Ha incrementato le destinazioni con gli Airbus A321neo, che uniscono alla maggiore capacità (235 posti disponibili) minori emissioni di Co2 per passeggero Km (-15%) dimezzando i decibel in decollo e atterraggio. Oltre a essere la prima base italiana, Malpensa è il principale ‘hub’ della compagnia nell’Europa Continentale, nonché sede del principale centro di addestramento europeo per piloti, inaugurato nel 2019.
“Milano Malpensa – ha commentato l’AD di easyJet Johan Lundgren – è da sempre un punto di riferimento per il nostro intero network e negli anni abbiamo continuato ad investire per rafforzare la nostra presenza a Milano, offrendo sempre più collegamenti domestici e internazionali, diventando la prima compagnia dell’aeroporto. Nonostante le difficoltà che il comparto sta attraversando – ha aggiunto –  abbiamo deciso di ampliare la nostra presenza al centro di Malpensa proprio per dimostrare il nostro impegno a lungo termine nei confronti dell’Italia”.
“Festeggiamo insieme al nostro partner easyJet il 15° anniversario della base – ha affermato l’AD di Sea Armando Brunini – e la costante crescita della presenza di easyJet a Malpensa testimonia la dinamicità di questo vettore che nel 2006 ha rapidamente colto l’opportunità di costruire una base a Malpensa, colmando spazi di mercato lasciati da altri, e che nel tempo grazie ad una dinamica e flessibile proposizione commerciale ha saputo sviluppare il mercato raggiungendo nel 2019 il record di traffico con 8,3 milioni di passeggeri sul nostro sistema aeroportuale”.

News Correlate