giovedì, 22 Ottobre 2020

Milano in lizza per ospitare la convention sul turismo lgbt 2020

Milano è tra le possibili città candidate ad ospitare la 37^ edizione della convention sul turismo Lgbt 2020, promossa dall’Associazione internazionale del turismo gay & lesbian (Iglta).

Soddisfatto per la candidatura il Consolato americano di Milano. “Questa convention può essere un’opportunità unica, sia per incrementare il numero di viaggiatori italiani che visitano gli Stati Uniti, sia per convincere più turisti Lgbt americani a visitare l’Italia – ha detto il Console commerciale Robert Peaslee – Supportiamo la candidatura della città a un evento che può portare benefici di natura economica, sociale e di immagine”.
La convention sul turismo Lgbt è pensata per creare momenti di networking e incontro tra buyer e fornitori del settore turistico.
“L’Italia – sottolinea il Comune – collocata al primo posto tra le mete, scende al quinto perché considerata ancora troppo poco gay friendly, ovvero offre meno servizi rispetto ad altre realtà europee”. “Questa candidatura potrebbe rappresentare un degno riscatto, se si considera che per il nostro Paese – dice Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo dell’Agenzia nazionale del turismo – quello Lgbt costituisce una fetta importante dei consumi turistici, che va ulteriormente sviluppata”. Un clima aperto e cosmopolita per una Milano che è “da sempre in prima linea per l’affermazione dei diritti – aggiunge Roberta Guaineri, ssessore al Turismo – Allo stesso tempo promuovere il capoluogo lombardo anche come destinazione gay friendly fa parte di una strategia di sostegno alle attività di internazionalizzazione e del posizionamento della città nel mercato turistico globale”.

News Correlate