martedì, 27 Settembre 2022

Combotour riparte con i seminari in presenza e con una nuova destinazione

Ripartono i seminari formativi in presenza di Combotour: il 6 ottobre l’operatore ha organizzato un incontro sui paesi scandinavi per gli adv dell’area di Saronno. Norvegia, Svezia e Finlandia saranno le protagoniste dell’evento che ha ricevuto un ottimo consenso ed è sold-out.
Sarà anche l’occasione per presentare il nuovo catalogo Combotour dedicato al Nord Europa, rivoluzionato nei contenuti perché si presenta come una guida per gli adv con 4 declinazioni di viaggi da proporre ai propri clienti: tour guidati con guida in italiano; Fly & drive con itinerari organizzati con auto a noleggio; Spirito Libero, tour nei quali si privilegia l’utilizzo di mezzi locali per viaggiatori indipendenti ma che non vogliono rinunciare ai servizi di un TO; Esperienze locali, con suggerimenti di attività per conoscere storia, tradizioni, usanze e gastronomia. Le 4 opportunità di viaggio vengono declinate per tutte le destinazioni in catalogo (paesi scandinavi, Danimarca, Irlanda, Scozia e Inghilterra) eccetto che per Islanda, dove non essendoci una rete di mezzi pubblici, non è possibile viaggiare ‘da Spirito Libero’. Per questa destinazione Combotour ha invece inserito una soluzione di viaggio di nozze, un’esperienza romantica e suggestiva tra panorami selvaggi e lunari, acque termali, geyser e deserti di lava.
“Riprendiamo dopo lo stop forzato i nostri incontri riservati agli adv con questa novità di prodotto, i paesi scandinavi, che abbiamo sviluppato in itinerari che rispecchiano la nostra filosofia. Non c’è nulla di standardizzato in questi viaggi che consentono di visitare il grande Nord in modo alternativo, ma con il supporto di un tour operator”, commenta Marco Meneghetti, co-titolare di Combotour.
“E questa non è l’unica novità perché in questi mesi abbiamo riflettuto molto su un cambio nome di uno dei marchi delle nostre due linee; abbiamo modificato ‘Viaggi Zaino in Spalla’ con ‘Spirito Libero per viaggiatori indipendenti’. Ci sembra molto più in linea con i viaggi proposti, adatti a chi non ama viaggiare in gruppo, preferisce muoversi in autonomia ma con la garanzia di usufruire di prodotti da tour operator, quindi testati e sicuri. Inoltre, si evita l’equivoco di essere equiparati a viaggi per backpackers. Graficamente il logo resta sempre come il precedente ma cambia proprio il nome” gli fa eco l’altra co-titoare Anna D’Oriano.
Con il marchio rinnovato, Combotour ha creato un ventaglio di viaggi originali, che saranno illustrati in modo esaustivo dal corrispondente in loco, in arrivo dalla Norvegia per la serata del 6 ottobre. Obiettivo dell’incontro è orientare gli agenti di viaggi a proporre la Scandinavia in modo alternativo, spostandosi con gli efficientissimi mezzi locali.
Non manca una serie di itinerari più classici, per ammirare l’aurora boreale, ma non solo nella classica e più consueta Rovaniemi, ma anche a Ruka, dove viene proposto un viaggio nella zona orientale della Finlandia, a pochi chilometri dal confine russo. In questo territorio, ancora poco conosciuto dal turismo internazionale, si possono vivere profondamente le sensazioni più profonde di un’esperienza finlandese; oppure una Translapponia d’inverno da Kiruna a Lulea, con uno spettacolare viaggio in treno.
Anche in casa Combotour si respira un’aria di ripresa e non soltanto per la Scandinavia.
“Grazie alla recente apertura di corridoi aerei per alcune destinazioni, le persone hanno visto concretizzarsi il proprio desiderio di partire: stiamo ricevendo moltissime richieste dalle nostre agenzie di viaggio e nel solo mese di settembre abbiamo superato i preventivi rispetto allo stesso mese del 2019”, precisa Meneghetti.
Tra le destinazioni più richieste ci sono anche la Giordania e Dubai, quest’ultima anche grazie all’EXPO.
“Abbiamo iniziato a evadere i voucher per i viaggi non effettuati nel 2020 e 2021. La maggior parte dei clienti ha confermato la destinazione prenotata sperando di poterla visitare nel 2022. Altri hanno preferito cambiare la prenotazione per altre mete, come le già citate Dubai e Giordania, e per le Seychelles. Siamo molto grati alle nostre agenzie di viaggi che stanno facendo un lavoro straordinario a conferma che la consulenza fatta in modo professionale è fondamentale. Un agente di viaggi esperto di Norvegia ha consigliato a una coppia di clienti indecisi di cambiare la prenotazione effettuata nel 2020 per una meta “calda” oltreoceano con la destinazione “fredda” scandinava. Hanno accettato con entusiasmo e sono attualmente in viaggio, molto soddisfatti della scelta grazie anche alla nostra App con cui hanno sempre a portata di mano i documenti di viaggio, le mappe off line e tutti i contatti degli hotel. La capacità e la professionalità di questa agenzia è stata determinante”, conclude Anna D’Oriano.  www.combotour.it

News Correlate