Aeroporto Marche, pronto bando triennale per nuove rotte

È pronto e sarà pubblicato nei prossimi giorni nella Gazzetta ufficiale dell’UE il bando pubblico della Regione Marche per l’assegnazione di aiuti a compagnie aeree che intendano avviare nuove rotte di collegamento con l’aeroporto delle Marche, sia a fini turistici, sia a fini di servizio degli abitanti della Regione. L’investimento previsto è di 13,5 milioni di euro suddiviso in tre anni: 1,5 milioni nel 2020, 6 milioni nel 2021 e 6 milioni nel 2022.
Le rotte individuate dalla Regione Marche per l’attivazione dei voli coprono l’intero sistema europeo delle rotte disponibili e nello specifico sono: Roma Fiumicino, Milano Linate, Milano Malpensa, altri aeroporti italiani, Gran Bretagna/Irlanda, Nord Europa (Finlandia, Norvegia, Svezia, Olanda, Danimarca, Germania), Europa Occidentale (Francia, Svizzera, Spagna, Portogallo), Europa orientale (Bulgaria, Ungheria, Romania, Polonia), Balcani, altre rotte all’interno dello spazio aereo comune europeo.
“Mentre stiamo mettendo in campo risorse per sostenere nell’immediato il turismo marchigiano dopo l’emergenza Covid – afferma Luca Ceriscioli, presidente della Regione – continuiamo a implementare anche una politica strutturale e di prospettiva per creare nelle Marche condizioni stabili e durature di sviluppo, potenziando l’aeroporto con l’offerta di ulteriori voli che saranno fondamentali per il nostro territorio. La notizia del bando arriva – aggiunge – nel giorno in cui sono stati emanati i primi decreti per la liquidazione di 163 domande per 408mila euro relativa alla misura 1 della nostra piattaforma 210, dedicata al sostegno degli operatori e delle imprese del settore turismo, che ha già fatto registrare quasi 3mila domande”.
L’aiuto all’avviamento avverrà tramite un finanziamento diretto al vettore che avrà presentato, per ciascuna rotta, la proposta tecnico economica più vantaggiosa in termini di servizi offerti e numero dei passeggeri potenzialmente interessati, che permettono lo sviluppo del traffico aereo da e per le Marche.

News Correlate