giovedì, 27 febbraio 2020

Boom di arrivi e presenze nelle Marche in primi 8 mesi 2015

Da gennaio ad agosto le Marche hanno registrato un incremento del 3,25% nelle presenze (10.538.581) e del 2,88% negli arrivi (1.866.252) rispetto allo stesso periodo del 2014. 

I dati provengono dalle 4.858 strutture recettive e dai centri Iat e sono stati elaborati dall’osservatorio regionale del turismo. Il dato medio dei primi 8 mesi cresce nel periodo maggio-agosto: +4,35% negli arrivi (1.469.899) e +3,86 nelle presenze (9.174.929).

Solo la percentuale delle presenze straniere è cresciuta dell’8,77%, tra le migliori performance a livello nazionale, anche se gli arrivi sono stati in lievissimo calo (-0,20); sono aumentati gli italiani che hanno scelto le Marche: +3,52 negli arrivi e +2,13% nelle presenze.
Il più alto numero di presenze (2.692.585) lo registra la provincia di Pesaro-Urbino, seguita da Ancona (2.560.129), mentre Fermo ha segnato il miglior risultato in termini di arrivi (+8,74), con il picco del +10,77 nel periodo maggio-agosto.

Per quanto riguarda i turisti stranieri è cresciuta la presenza degli inglesi (+24,23%); segni positivi si sono registrati anche da Olanda (+8,96%) e Spagna (+30,34%).
Incrementi registrati anche nelle presenza da Cina (55,02%), Giappone (+24,15), Stati Uniti (+25,12) e Brasile (+88,27). In flessione, invece, i dati dalla Germania (-0,11%). Gli italiani che in maggior numero hanno soggiornato nelle Marche sono stati i pugliesi (+37,85% di presenze), seguiti da siciliani (+33,16%) e veneti (+5%). 

News Correlate