Il 2020 delle Marche tra arte, natura, sport e buon cibo

Il 2020 per la Regione Marche è sinonimo di arte, cultura, sport, natura ed enogastronomia e si preannuncia ricco di attività e iniziative, a conferma del ruolo di rilievo, a livello mondiale, che gli ha tributato Lonely Planet, nominandola Best in Travel 2020, al secondo posto nella top ten e unica destinazione italiana in classifica.

‘Marche Bellezza Infinita’ è il claim che accompagna la promozione turistica della regione Marche, a cui quest’anno si aggiunge anche ‘Marche il Paradiso del Bike’, coniato dal campione del ciclismo mondiale Vincenzo Nibali, testimonial di Marche Outdoor, un progetto di cicloturismo e allo stesso tempo di rinascita post sisma.

Un vero e proprio ‘museo a cielo aperto’ da scoprire attraverso gli itinerari disponibili sul sito www.marcheoutdoor.it e sull’app dedicata, dove l’uomo è al centro e può vivere con i ritmi della natura e tornare in simbiosi con l’ambiente.

Il 2020 è soprattutto l’anno delle celebrazioni di Raffaello Sanzio, artista che ha mosso i suoi primi passi proprio a Urbino, recentemente inserita dal New York Times tra le mete turistiche del 2020, dove ancora oggi è possibile visitare la sua casa natale e a pochi passi da lì, il Palazzo Ducale, sede della Galleria Nazionale delle Marche, che conserva nelle sue collezioni uno dei suoi dipinti più enigmatici, il Ritratto di gentildonna detta la Muta.

In città tanti eventi in programma legati al nome di Raffaello e da giugno a ottobre la mostra Raffaello e Baldassarre Castiglione a cura di Vittorio Sgarbi, Elisabetta Losetti e Pietro Di Natale che, attraverso la figura dell’autore del Cortegiano, intende raccontare la cultura di un’epoca straordinaria. Non solo Urbino, ma anche Loreto che dal 25 febbraio al 19 aprile 2020, nei rinnovati spazi espositivi del Bastione Sangallo, espone al pubblico per la prima volta in assoluto l’arazzo da cartone di Raffaello raffigurante Ananias e Saphira, appartenente alla Collezione Bilotti Ruggi d’Aragona. Poi dal 4 aprile al 5 luglio 2020 presenta al Museo Pontificio della Santa Casa la mostra La “Madonna del velo o Madonna di Loreto” di Raffaello. Storia avventurosa e successo di un’opera curata da Fabrizio Biferali e Vito Punzi, con la consulenza dei Musei Vaticani. A Jesi (AN) invece andrà in scena dal 6 giugno 2020 al 6 gennaio 2021 presso i Musei Civici di Palazzo Pianetti, la mostra Raffaello e Angelo Colocci. Bellezza e scienza nella costruzione del mito della Roma antica, a cura di Giorgio Mangani, Francesco P. Di Teodoro, Ingrid Rowland, Vincenzo Farinella, Fabrizio Biferali, Paolo Clini.

Inoltre la Regione March, in collaborazione con ENIT, Aerdorica Aeroporto delle Marche e con il sostegno del Mibact, con l’esposizione ‘Raffaello Una mostra impossibile’ ideata e curata da Renato Parascandolo, ha già riscosso grande successo con oltre 40.000 visitatori che hanno visitato la prima tappa della mostra all’Aeroporto delle Marche di Falconara Marittima (AN). Nel 2020 supererà i confini nazionali e sarà in tour da febbraio a dicembre in Europa e non solo passando per Bruxelles, Parigi, Ekaterinburg, Mosca, Sofia, Monaco di Baviera, Francoforte e Vienna.

Il 2020 è anche l’anno del Giubileo Lauretano in occasione del centenario della proclamazione della Vergine Lauretana quale Patrona universale degli aeronauti, avvenuta il 24 marzo 1920. Il Giubileo ha avuto inizio l’8 dicembre 2019, con l’apertura della Porta Santa nel Santuario di Loreto presieduta dal Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato e si concluderà il 10 dicembre 2020.

Un territorio variegato, ricco di tradizioni, cultura, saper fare, passione che anche in questo 2020 ha in serbo tante iniziative per permettere a ogni tipo di turista di scoprire la sua magia attraverso differenti esperienze. Dai parchi naturali e marini – come l’eccezionale spettacolo delle Grotte di Frasassi, e poi la Riviera delle Palme, la baia del Conero e Pesaro con gli Itinerari della Bellezza – passando per la storia di personaggi illustri, che come Raffaello sono nati e cresciuti nelle Marche, una su tutti Maria Montessori, la scienziata dei bambini, di cui quest’anno si celebrano i 150 anni dalla nascita.

Infine le eccellenze enogastronomiche, come il prosciutto di Carpegna, i moscioli della baia del Conero, il tartufo di Acqualagna, il brodetto con il suo Festival, nonché la presenza di chef stellati come il tre stelle Michelin Mauro Uliassi e il due stelle Moreno Cedroni, entrambi attivi a Senigallia (AN), nominata tra l’altro città italiana del 2019 da Gambero Rosso.

Nella guida Best in Travel 2020 di Lonely Planet si legge a proposito della Regione Marche: “Una delle ragioni del suo grande fascino è proprio quella di poter esplorare con calma, e in relativa solitudine, maestose rovine romane, svettanti architetture gotiche, massicci castelli medievali e sublimi palazzi rinascimentali che custodiscono collezioni d’arte tra le più ricche d’Italia. Il tutto racchiuso tra alte montagne boscose e la placida costa dell’Adriatico e condito da golosi festival gastronomici”.

News Correlate