mercoledì, 23 Settembre 2020

Agnone presenta il libro su riti e feste del fuoco

Si basa su le ricerche dello studioso di tradizioni popolari Domenico Meo

Il 6 dicembre presso il Teatro Italo-Argentino di Agnone, a partire dalle 17.30, sarà presentato il volume “Riti e feste del fuoco – Falò e torce cerimoniali in Molise” dello studioso molisano di tradizioni popolari Domenico Meo. Nell’opera, edita dalla Volturnia Edizioni di Cerro al Volturno, l’autore riporta tutti i riti legati all’incendio di fuochi e torce che ancora si perpetuano in ognuno dei 136 comuni molisani durante le feste religiose, come quella di Sant’Antonio Abate e di Sant’Antonio di Padova; quelle per i festeggiamenti del Carnevale; i falò accesi per le celebrazioni della Settimana santa; i tanti fuochi incendiati per San Giorgio, San Giovanni, Sant’Anna, per arrivare alle grandi manifestazioni natalizie, testimoniate ancora oggi nella regione da incendi grandiosi di fuochi in particolare ad Agnone (La Ndocciata) e ad Oratino (La Faglia), ma anche in moltissime altre minuscole realtà regionali. L’opera, frutto di un lavoro di ricerca e documentazione durato cinque anni, si presenta ripartita in due sezioni: nella prima, di taglio antropologico, si riportano i significati del fuoco nel loro valore simbolo dal paganesimo ad oggi; nella seconda, nella ripartizione calendariale dell’anno e nel taglio espositivo-divulgativo, sono analizzati riti e modalità di espletamento dei fuochi in base ai santi, alle ricorrenze per cui vengono incendiati e ai paesi in cui divampano le fiamme rituali.

News Correlate