martedì, 13 Aprile 2021

Il rilancio della regione passa attraverso l’Ati

Via alla fase operativa con “I Borghi” che punta a valorizzare i centri tipici

Per realizzare specifici progetti economici in grado di attrarre nuovi investimenti produttivi in Molise, nell’ambito di un più vasto programma di marketing territoriale promosso dalla Regione, ha inizio l’attività dell’ATI (Associazione Temporanea di Imprese) composta da vari organismi istituzionali, economici e privati: Patto per l’Occupazione del Matese, Unioncamere Molise, Università degli Studi del Molise, Cosmo Servizi e società nazionali del sistema camerale quali Retecamere e l’Istituto Tagliacarne. A dare avvio alla fase operativa dell’ATI è il progetto “I Borghi”, finalizzato a promuovere forme di turismo alternative utilizzando, come vere e proprie strutture ricettive, i numerosi borghi storici dislocati sull’intero territorio regionale. La formula prescelta è quella dell’albergo diffuso che prevede la concentrazione in un unico abitato di interesse storico e architettonico, delle varie strutture per l’ospitalità turistica. Il progetto “I Borghi” punta sul recupero dei centri storici più caratteristici della regione, con una forte ricaduta economica e sociale sulle popolazioni locali, e fa leva sia sul notevole patrimonio naturalistico, culturale e tradizionale del Molise, che presenta numerose particolarità paesaggistiche, archeologiche, e storico-munumentali, sia sulla disponibilità delle amministrazioni e dell’imprenditoria locale a rivitalizzare e valorizzare il proprio tessuto urbanistico.

News Correlate