venerdì, 17 Settembre 2021

Casa vacanze, l’affitto aumenta più della vendita

L’affitto vince sull’acquisto per quanto riguarda la variazione dei prezzi delle case delle scelte dagli italiani per le vacanze. Tanto che “il dato medio – sintesi dei canoni richiesti in giugno, luglio e agosto nelle località turistiche – evidenzia un +5,5% su base annua, con un’oscillazione, in base al mese, compreso tra +1,7% e +9%”. Lo afferma l’analisi dell’Osservatorio nazionale immobiliare turistico 2021 di Fimaa (Federazione italiana mediatori agenti d’affari, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia) con la collaborazione di Nomisma sull’andamento del mercato 2021 di un panel di case per vacanza in Italia grazie all’analisi dei dati delle compravendite e delle locazioni di 111 località turistiche.
“La domanda di acquisto di abitazioni nelle località turistiche continua ad essere sostenuta prevalentemente dalla componente domestica nell’85% delle manifestazioni di interesse – viene rilevato – mentre nel restante 15% risulta alimentata da soggetti stranieri. Il segmento locativo è sorretto in prevalenza dai turisti italiani (84% delle risposte), mentre gli stranieri rappresentano un non trascurabile 16%”.
Dall’identikit delle famiglie che prendono in locazione una casa per vacanza per almeno un mese “si conferma anche quest’anno la netta prevalenza delle famiglie numerose con quattro e più componenti (oltre il 77,3% delle risposte)”. Viene anche segnalato un aumento della richiesta proveniente da nuclei familiari con due componenti, che passa dal 2,6% al 13,6%. Per il resto la domanda di locazione proviene da famiglie con tre componenti.  Il mercato della locazione delle destinazioni turistiche è “caratterizzato da un canone medio settimanale ordinario (per un appartamento con camera matrimoniale, cameretta, cucina e bagno, 4 posti letto spese incluse) di quasi 500 euro per il mese di giugno, 710 euro per luglio e 930 euro per agosto”.

News Correlate