lunedì, 6 Dicembre 2021

Tamponi pre-evento in hotel, la nuova iniziativa del Gruppo UNA

L’ultima delle iniziative sviluppate da Gruppo UNA per tutelare la sicurezza e la prevenzione della salute di ospiti e dipendenti si rivolge al settore MICE. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con SiSalute, prevede la possibilità di effettuare tamponi rapidi antigenici pre-evento direttamente in hotel ed è pensata per ospiti e clienti esterni, come i partecipanti a meeting ed eventi, che sono sprovvisti di Green Pass.

In particolare, per ospiti o clienti esterni partecipanti a meeting ed eventi che utilizzano gli spazi al chiuso e i servizi di Gruppo UNA contestualmente ad attività del settore MICE, è prevista la possibilità di effettuare tamponi rapidi antigenici pre-evento direttamente in hotel con personale di strutture convenzionate con SiSalute ed esito entro massimo 15 minuti.

Invece, i singoli ospiti o i clienti esterni che vogliano usufruire delle aree fitness o wellness in hotel e i clienti esterni degli spazi F&B al chiuso avranno la possibilità di acquistare in autonomia la SiSalute Test Covid Card, valida 12 mesi, ad una tariffa scontata del 30% e usufruire di vantaggi esclusivi che includono: tariffe scontate fino al 20% rispetto alle tariffe medie private per tutte le prestazioni diagnostiche Covid presso le strutture sanitarie del network SiSalute; riduzione dei tempi di attesa per l’esecuzione delle prestazioni sanitarie; nessun limite nel numero delle prestazioni sanitarie fruibili.

In aggiunta, Gruppo UNA ha organizzato e reso operativo un team dedicato alla gestione dell’emergenza che, a cadenza settimanale, monitora la situazione nazionale e territoriale, eventuali nuove linee guida emesse dalle autorità, e si interfaccia costantemente con il personale degli hotel a coordinamento delle procedure.

Grande impegno, serio e concreto, anche nei confronti dei propri dipendenti, risorsa fondamentale per Gruppo UNA, che ha preso parte al programma di vaccinazione aziendale di Gruppo Unipol partito lo scorso giugno. Un piano predisposto tramite UniSalute che ha coinvolto su base volontaria i dipendenti e i loro familiari, con l’obiettivo di accelerare la campagna vaccinale grazie all’attivazione di circa 200 hub diffusi su tutto il territorio nazionale.

News Correlate