lunedì, 1 Marzo 2021

Un 2021 all’insegna di nuove aperture in Italia per Accor

Accor inizia l’anno con un piano ambizioso di sviluppo e un programma ricco di nuove aperture in Italia e nel mondo. Se il 2020 è stato un anno di sfide senza precedenti, non ultime quelle che hanno interessato i settori dei viaggi e dell’ospitalità.

“Come tutti sappiamo, il 2020 ha avuto un profondo impatto sulla nostra vita quotidiana e sul settore dell’ospitalità nel suo complesso; ciò nonostante, le prime fasi di una ripresa globale saranno determinanti e significative – ha detto Agnes Roquefort, Global Chief Development Officer – Malgrado i ritardi e le chiusure temporanee che abbiamo sperimentato a causa della pandemia, abbiamo continuato a riscontrare uno slancio sostenuto in tutta la nostra pipeline di sviluppo e siamo ottimisti sul fatto che il lancio mondiale dei vaccini contro il Covid-19 porterà a una rinnovata voglia di viaggiare, accompagnata da una maggiore sicurezza personale e per tutta la popolazione mondiale”.

La solidità finanziaria di Accor, lo sviluppo mondiale e l’impareggiabile portfolio di marchi, hanno mantenuto l’azienda in una posizione salda per affrontare le sfide del 2020, solidità rafforzata anche dalle sue capacità di sviluppo e dal suo modello organizzativo, che hanno permesso al Gruppo di concentrarsi sul supporto ai suoi proprietari, imprenditori e partner.

In Italia le nuove aperture attraverseranno l’intero stivale con:
Pompei Habita 79 – MGallery: una grande villa del XIX secolo con vista panoramica sulle rovine antiche di Pompei;
25hours Hotel Piazza San Paolino, Firenze – un viaggio per condurre gli ospiti attraverso le forze dicotomiche dell’Inferno e del Paradiso di Dante;
Mama Shelter Roma – prima struttura in Italia, il Mama si prenderà cura di tutte le esigenze dei propri ospiti in un rifugio urbano bello e moderno.

News Correlate