giovedì, 29 Luglio 2021

Amitravel Protection, la polizza che solleva le adv dai nuovi obblighi del D.Lgs 62/2018

Il D.Lgs. 62/2018 vigente da luglio 2018 ha introdotto numerosi nuovi obblighi per le adv, i TO e in generale per chi organizza o vende pacchetti turistici. La necessità di dotarsi di una copertura assicurativa (ma anche bancaria o legata ad un Fondo di Garanzia) a protezione del rischio di fallimento e insolvenza è ormai di dominio pubblico già dal 2016, ma non tutti gli operatori sono a conoscenza che il nuovo decreto introduce la necessità di dover garantire al viaggiatore un’assistenza h24. Per non parlare dell’obbligo di farsi carico dei costi di vitto e alloggio nel caso in cui un cliente che acquisti un pacchetto turistico non sia in grado di rientrare a casa per eventi imprevedibili.

Cosa accadrebbe se un evento meteorologico inatteso, come ad esempio un terremoto, impedisse a 500 persone di portare a termine un viaggio nelle Filippine? Semplice, l’organizzatore di quel viaggio, adv o TOr, dovrebbe accollarsi i costi del loro pernottamento fino a 3 notti, con danni potenzialmente devastanti per il proprio bilancio. D’altro canto se una coppia di sposi, in Luna di Miele in un angolo remoto del globo, avesse un problema di qualsiasi natura, un operatore dell’agenzia dovrebbe sempre essere reperibile dai clienti per fornire la dovuta assistenza, di giorno e di notte, durante la settimana e nel weekend.

Per permettere agli operatori di adeguarsi agli obblighi imposti dall’art. 42 e 45 del D.Lgs. 62/2018 ed evitare di incorrere in sanzioni, AMI Assistance aggiorna la sua Amitravel Protection, la polizza inventata nel 2016 e studiata per tutelare il viaggiatore dal rischio di insolvenza o di chiusura dell’attività (fallimento) dell’adv o il TO, che potrebbe non consentirgli di partire per la destinazione scelta e già pagata o di rientrare dalla vacanza.

Nello specifico, la nuova Amitravel Protection offre 2 garanzie facoltative che si aggiungono alla copertura per il rischio di insolvenza e fallimento. La prima tutela il viaggiatore nel caso in cui, a causa di circostanze inevitabili e straordinarie, non sia in grado di rientrare a casa come previsto dal pacchetto turistico acquistato, pagando fino a 3 notti (vitto e alloggio) e sollevando di conseguenza l’organizzatore del viaggio da tale onere. La seconda solleva l’adv o il TO dall’obbligo di fornire assistenza 24 ore su 24 ai propri viaggiatori, mettendo a disposizione la Centrale Operativa h24 di AMI Assistance e tutelando così, per conto dell’organizzatore del viaggio, i clienti nel caso necessitassero di un contatto per ulteriori informazioni, come richiesto dalla normativa vigente.

www.amiassistance.it

News Correlate