venerdì, 23 Luglio 2021

Alessio Quaranta (Enac) eletto presidente Ecac

Il direttore generale Enac, Alessio Quaranta, è stato eletto presidente dell’Ecac (European Civil Aviation Conference), l’organizzazione paneuropea che riunisce 44 Paesi e succede a Ingrid Cherfils, direttrice generale svedese che ha svolto il ruolo per due mandati. “L’incarico di presidente Ecac ha durata triennale, con decorrenza immediata e rafforza ulteriormente il ruolo internazionale dell’Italia e dell’Enac nel panorama aeronautico mondiale”, si legge in una nota.

L’elezione “è avvenuta per acclamazione nell’ambito della Conferenza Plenaria triennale, che si è svolta in modalità virtuale a causa delle restrizioni legate alla pandemia da Covid19 in corso”, viene spiegato ricordando che “è la seconda volta, dal 1955, anno di fondazione della Conferenza, che un italiano ne assume la presidenza”. All’interno dell’organizzazione il direttore generale dell’Enac “ha già ricoperto, nel corso degli ultimi anni, il ruolo di vice presidente e Focal Point Security & Facilitation, cioè responsabile europeo per la sicurezza (security), incluso antiterrorismo e prevenzione da atti illeciti in ambito aereo e aeroportuale, e per le Facilitazioni, comprese le questioni relative all’immigrazione e alle procedure di controllo delle frontiere. Inoltre Quaranta, nell’ambito di tale organizzazione ha rivestito anche il ruolo di responsabile Economico ad interim, con particolare riferimento alla gestione delle iniziative relative al Covid-19”.

Soddisfazione per la nomina è stata espressa dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini. “Sono convinto che grazie alla sua consolidata esperienza e visione, il neoeletto presidente saprà coniugare i due importanti incarichi, affrontando le nuove sfide del settore a livello nazionale e globale e promuovendo il sistema del trasporto aereo per renderlo sempre più in linea con le esigenze di sicurezza, efficienza e sostenibilità, nel rispetto dei diritti dei passeggeri”.

News Correlate