domenica, 7 Marzo 2021

La nautica italiana conquista il mercato degli Emirati Arabi

Successo di pubblico e business, non solo per tutto il comparto ma anche per i soci di Nautica Italiana, presenti alla 26ma edizione del Dubai International Boat Show. Amare Group, Azimut-Benetti, Baglietto, Ferretti Group, Fincantieri Yachts, Maori Yacht, Navaltecnosud e Veco, concordi nel sottolineare l’importanza del salone come uno dei più prestigiosi del Medio Oriente e del panorama fieristico internazionale. Gli oltre 29.000 visitatori hanno, infatti, potuto toccare con mano le novità ed i prodotti di questi brand esclusivi, nati dalla creatività e dall’ingegno italiano in esposizione, questa volta, nelle diverse location del Dubai Canal di Jumeirah.

“La nuova location del DIBS2018 – ha detto Mauro Parodi, Managing Director di Fincantieri Yachts – è stata allestita in modo brillante e la zona espositiva megayachts non ha fatto rimpiangere quella precedente. DIBS resta la manifestazione più importante nel Middle East e la comunità megayachts era infatti presente al gran completo. Il livello di pubblico è stato secondo le aspettative di un DIBS, nonostante le barche esposte fossero minori in numero e più piccole in dimensioni rispetto alle edizioni precedenti, in genere”.

“Se il 2016, con 24 milioni di euro di export indirizzati verso gli Emirati Arabi, ha fatto registrare un -26% rispetto al 2015 – ha aggiunto Lamberto Tacoli, presidente di Nautica Italiana – il 2017 ha segnato, invece, una marcata ricrescita attestando l’export di unità da diporto italiane verso gli Emirati a quota 30 milioni di euro circa. Un dato che dimostra quanto sia strategica questa parte del mondo per la cantieristica nazionale e quanto interesse ci sia, tra i nostri soci, ad esservi presente”, così.

News Correlate