sabato, 28 Novembre 2020

Una settimana per affermare diritti cameriere hotel di tutto il mondo

Per migliorare le condizioni di lavoro delle cameriere ai piani e la salute e sicurezza negli alberghi torna la campagna mondiale ‘Housekeepers Global Week of Action’, promossa sino al 10 dicembre dalla Iuf – Organizzazione sindacale mondiale che raggruppa le Federazioni sindacali nazionali del settore alimentare, degli alberghi e dei ristoranti.

In programma dimostrazioni, picchetti e volantinaggi, ma anche campagne mediatiche e corse podistiche per ridare dignità ad un lavoro considerato svilente, ponendo attenzione ai problemi di salute derivanti dalle mansioni di routine, come sollevare materassi, utilizzare prodotti chimici, spingere carrelli, per non parlare dei casi di molestie sessuali.   

In Italia, la Filcams Cgil da tempo ha puntato il dito sulle condizioni di lavoro delle cameriere ai piani in Italia, dove è sempre più diffusa l’esternalizzazione dei servizi affidati a cooperative, fenomeno che comporta il rischio di contratti sempre più precari, orari non stabiliti e soprattutto la perdita dell’unicità contrattuale che rende complesso rivendicare tutele uniformi per addetti che operano nelle medesime strutture.

Cristian Sesena, segretario nazionale della Filcams Cgil, ricorda che negli ultimi tempi stanno arrivando sempre più segnalazioni da parte delle lavoratrici, che non hanno più una paga oraria ma a ‘camera’, con il rischio di forti conseguenze negative sulla qualità del servizio e  sulle condizioni complessive della lavoratrice. 

News Correlate