mercoledì, 2 Dicembre 2020

Dall’Ara: piccoli musei italiani pronti a riaprire ma servono aiuti ad hoc

Dal 18 maggio anche i piccoli musei potranno tornare ad aprire le porte ai visitatori. “Non c’è paesino in Italia che non ne abbia uno – racconta Giancarlo Dall’Ara, presidente dell’APM – Associazione Nazionale dei Piccoli Musei – Solo noi ne raccogliamo 400, ma contiamo che ne esistano più di 10 mila. Il problema è riuscire a tenerli aperti. Soprattutto in questo periodo. Il nostro orientamento è chiedere al Mibact un bando specifico di aiuti per i piccoli musei. Il timore è che con un unico bando per tutta la categoria museale, le poche risorse disponibili finiranno per andare solo ai grandi. Molti dei piccoli musei, si avvalgono anche di squadre di volontari. La prima settimana penso non apriranno più del 30%. Sperando che piano piano si riescano ad adeguare tutti”.

Intanto, dall’Associazione è già pronto il vademecum in sei punti, dalla programmazione degli accessi (sfruttando anche la possibilità delle prenotazioni anticipate) alla riduzione del numero di ingressi dal 30% al 50%. Poi la preparazione dei punti di accoglienza attrezzati di gel, mascherine e, se necessario, guanti; la costruzione di un percorso obbligato; igienizzazione degli ambienti almeno una volta al giorno. E a grandi passi già si avvicina il 3 giugno e la 4^ edizione della Giornata nazionale dei Piccoli musei.

News Correlate