martedì, 26 Ottobre 2021

Dante piace ai turisti europei, focus di Enit e MIT al TTG di Rimini

C’è anche Dante Alighieri tra gli assi nella manica del turismo italiano. A raccontarlo in anteprima all’ANSA è il presidente dell’Enit Giorgio Palmucci che sarà protagonista assieme a Francesco Paolo Schiavo, direttore promozione del Ministero del Turismo e altri relatori di uno degli eventi più attesi del TTG Travel Experience di Rimini su Dante e il turismo europeo.

“Siamo in presenza – dice Palmucci – di un motore straordinario, di un veicolo potente e immortale di promozione del Made in Italy. Abbiamo realizzato un’indagine internazionale sulla domanda del turismo culturale verso l’Italia sollecitata dai tre centenari di Leonardo, Raffaello e Dante e uno specifico studio sull’offerta e la domanda del turismo culturale legato a Dante. Dante è conosciuto dal 63,1% dei turisti stranieri dei Paesi presi in considerazione che hanno dichiarato di sentirsi invogliati da un viaggio ispirato da Dante”.

Sono i turisti austriaci a conoscere meglio Dante (il 69,3%), è meno noto tra gli olandesi (il 43,3% afferma di non conoscerlo). I viaggiatori stranieri che lo conoscono, su una scala da 1 a 10 ritengono di conoscerlo in media 4,37. “Quasi 4 turisti stranieri su 10 – spiega – sarebbero abbastanza/molto invogliato (votazione da 6 a 10) a compiere un viaggio in Italia in occasione di eventi artistico/culturali legati alla sua figura”.

Dalla ricerca emerge come una media di quasi 8 turisti su 10 scelgono l’Italia come meta culturale della propria vacanza. “Sperimentazioni enogastronomiche, visite alle attrazioni turistiche e a musei, a edifici e luoghi di culto, a città d’arte, a siti Unesco nonché assistere a spettacoli teatrali e musicali – spiega Palmucci – sono tra le principali attività dei turisti che ormai cercano un’esperienza completa e vogliono tornare a casa in oltre il 20% dei casi con un bagaglio di conoscenze acquisite in più”.

Per quanto riguarda i luoghi di Dante: “La maggior parte dei turisti si mette sulle tracce di luoghi di Dante (34,3% degli intervistati) scegliendo Firenze in oltre il 38% dei casi, Roma, Verona, Milano, Napoli, Ravenna, Bologna, Arezzo, Mantova e le Cinque Terre. Toscana e Romagna prenderanno parte attiva al panel Enit come relatori ma il progetto è internazionale e coinvolge tutte le 28 sedi Enit e tutto il sistema Italia. Penso già solo a Venezia dove inaugureremo una mostra nel tessuto urbano con i manifesti storici Enit per promuovere il turismo culturale italiano”, spiega Palmucci.

L’appuntamento è giovedì 14 ottobre alle 12 alla Social Media Lounge – Pad. A2 del TTG di Rimini.

News Correlate