venerdì, 17 gennaio 2020

La Carta di Agrigento per la valorizzazione culturale sbarca in Anci

La ‘Carta di Agrigento’, nata lo scorso aprile nel capoluogo siciliano e approdata nei giorni scorsi a Bruxelles, sarà votata sotto forma di parere dal plenum del Comitato europeo delle Regioni i prossimi 4 e 5 dicembre.

Nell’attesa del parere dell’Ue, il documento verrà presentato domani, mercoledì 30 ottobre, nella Sala Presidenza della sede Anci di via dei Prefetti a Roma alla presenza, tra gli altri, del capo della delegazione italiana al CdR e presidente del consiglio nazionale Anci, Enzo Bianco, dei membri del Cdr Enrico Rossi (presidente Regione Toscana), Gaetano Armao (vicepresidente di Regione Sicilia), Salvatore De Meo (sindaco di Fondi) e del sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. Oltre ad amministratori di Comuni sede di eccellenze nel campo artistico e culturale, saranno inoltre presenti qualificati operatori del settore, fra cui il presidente dell’Agis Carlo Fontana, Claudio Bocci, direttore Federculture, Giovanna Barni, co-presidente di Alleanza delle Cooperative Beni Culturali e Turismo, Maurizio Mumolo, segretario del Forum del Terzo Settore e Ugo Bacchella, presidente della Fondazione Fitzcarraldo.

“Le Città e le Regioni, italiane ed europee – dichiara Enzo Bianco – chiedono, unite, più attenzione per la cultura e i beni culturali. Siamo convinti che con la cultura non solo si possa ‘mangiare’ ma che sia uno degli asset principali su cui puntare per un rilancio economico e sociale di tutta l’Europa”.

 

News Correlate