venerdì, 13 dicembre 2019

Le storie di 9 autori per scoprire 3 musei con un’app

Arriva l’app che trasforma in percorsi narrativi gli spazi dei musei. Grazie al progetto “Luoghi viventi. Racconti d’autore per musei da vivere”, nove racconti inediti accompagneranno i visitatori nelle sale di tre importanti musei: l’Egizio di Torino, il Musée des Beaux-Arts e Les Charmettes, maison de Jean Jacques Rousseau a Chambéry. Una visita sicuramente non didascalica, che verrà attivata grazie a piccoli dispositivi installati nei musei (i cosiddetti beacon, tecnologie di prossimità bluetooth).

A immaginare vicende fantastiche ma storicamente accurate sono stati, per l’Egizio, Niccolà Ammaniti e Antonio Manzini, Maylis De Kerengal, Alice Rohrwacher con Léa Gazzurra, Roberto Saviano e Altan, che porta la sua Pimpa sia fra i reperti egizi che fra gli animali del Musée des Beaux-arts, teatro anche di un delitto firmato Carlo Lucarelli.

La casa di Rousseau è invece abitata dai racconti di GauZ’ e di Nathalie Gendrot. A rendere l’esperienza ancora più immersiva e affascinante, le musiche composte appositamente e l’interpretazione dei racconti affidata, fra gli altri, a Neri Marcorè, Vinicio Marchioni, Alba Rohrwacher e gli stessi Saviano e Lucarelli.

L’applicazione sarà scaricabile dal 7 luglio su Google Play e App Store, oppure disponibile a richiesta nei tre musei.

 

News Correlate