martedì, 27 Febbraio 2024

Santanchè: ‘norme per uso etico Ai anche in industria viaggi

“Dobbiamo sviluppare un sistema normativo che promuova un uso responsabile ed etico dell’intelligenza artificiale anche per quanto riguarda il comparto dell’industria dei viaggi”. Lo ha detto Daniela Santanchè, ministro del Turismo, in collegamento video con l’inaugurazione della Bto a Firenze, dedicata all’innovazione nel campo del turismo.

“Penso per fare un esempio – ha detto – alla sicurezza dei dati e alla privacy che sono temi importanti. Quindi quando parliamo di digitale e di intelligenza artificiale dobbiamo pensare anche a questo settore, per cui è fondamentale riuscire sviluppare norme e regolamenti per proteggere i dati e promuovere la fiducia nei sistemi basati sull’intelligenza artificiale. Su questo fronte noi come ministero del Turismo siamo impegnati a lavorare e a collaborare con le organizzazioni internazionali e le autorità competenti”.

Secondo la ministra, “l’intelligenza artificiale è uno strumento che consentirà alle aziende turistiche di raccogliere e di analizzare una grandissima quantità di dati in tempo reale, fornendo così la possibilità alle aziende di comprendere meglio quelle che sono i bisogni e le preferenze dei viaggiatori, e offrendo di conseguenza esperienze che sono assolutamente confezionate per ogni persona, una esclusività, una personalizzazione di quello che è l’esperienza turistica, ma potrebbe portare anche una maggiore automatizzazione di attività, come la gestione della prenotazione, e l’assistenza dei clienti”.

Questo, secondo il ministro, “richiederà competenze diverse per il personale del settore turistico, che dovrà quindi acquisire nuove conoscenze. Il che ci porta al tema per noi, per il ministero, per tutti fondamentale, tanto da aver creato un apposito fondo di 21 milioni per quanto riguarda la formazione e la specializzazione professionale all’interno delle carriere nel turismo. Ciò implica le necessità di ulteriori e mirati investimenti in infrastrutture tecnologiche: la formazione del personale quindi deve essere fatta con tutti i mezzi che ci sono a disposizione”.

News Correlate