lunedì, 20 Settembre 2021

Spagna recupera turisti ma alla Fitur meno stand

La Spagna supera la Cina e nel 2013 torna a conquistare il terzo posto, dopo Francia e Stati Uniti, tra le destinazioni turistiche a livello mondiale nel 2013, strappatogli dal colosso asiatico nel 2010. A confermare il dato è stata la segretaria di Stato al turismo, Isabel Borrego, nella presentazione della prossima edizione di Fitur, in programma dal 22 al 26 gennaio al parco fieristico Ifema di Madrid.    Nonostante non siano ancora disponibili i dati relativi a dicembre scorso degli arrivi turistici, il numero di viaggiatori in Spagna registrato fino a novembre, quasi 57,6 milioni di stranieri, già supera i 55,4 milioni di turisti contabilizzati dalla Cina per l'intero 2013. Le cifre ufficiali, comunque, saranno pubblicate dal ministero al ramo il prossimo 27 gennaio.
Intanto è già record anche per entrate e spesa turistica registrate al novembre 2013, che segnano un incremento dell'8% – fino a un totale di 55,896 milioni di euro – rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
In questo scenario ottimistico anche per l'anno appena cominciato, si  svolgerà la nuova edizione della Fitur che, tuttavia, nell'edizione del 2014 continua a risentire delle limitazioni provocate dalla crisi: il salone si svolgerà su una superficie di 54.000 metri quadrati, duemila in meno – e minore numero di stand – rispetto alla passata edizione, anche se il numero di operatori e aziende turistiche partecipanti aumenta del 3%, secondo i dati forniti dagli organizzatori. Alla Fiera è prevista la partecipazione di 9mila imprese di 165 Paesi e l'assistenza di oltre 200.000 visitatori, con un impatto economico indotto sulla città di Madrid stimato in 180 milioni di euro, a fronte di uno stanziamento di 10 milioni di euro. 

 

News Correlate