lunedì, 20 Settembre 2021

Alitalia, il 13 assemblea per rinnovo cda mentre si attende mossa Etihad

Quella appena iniziata si preannuncia come una settimana decisiva per Alitalia. Il presidente Roberto Colaninno ha convocato per il 13 gennaio l'assemblea per il rinnovo del cda e per le modifiche statutarie ai fini dell'adeguamento della governance. Il nuovo board dovrà riflettere il nuovo assetto della compagine azionaria post aumento (primo azionista è ora Intesa SanPaolo, seguito da Poste Italiane, Unicredit e Atlantia) e sarà anche più snello dell'attuale, composto di 19 membri (non è ancora chiaro a quanti consiglieri verrà ridotto, circolano cifre che vanno dai 7 ai 13 posti).    
Per il nuovo presidente, circolano vari nomi: l'ad di Poste Massimo Sarmi (anche se potrebbe essere un'altro manager sempre espressione dell'azionista pubblico), quello di Atlantia Giovanni Castellucci, e l'ex ad di Alitalia Domenico Cempella, uno dei pochi manager ad aver firmato bilanci della compagnia in attivo. Qualche indicazione arriverà dalle liste che vanno presentate entro mercoledì 8 gennaio.
Nei prossimi giorni dovrebbe intanto svelare le proprie carte Etihad, la compagnia aerea di Abu Dhabi con la quale ci sono stati contatti anche a Capodanno e che continua a lavorare alla due diligence su Alitalia. Terminato il periodo delle festività, nei prossimi giorni la compagnia degli Emirati potrebbe ufficializzare le proprie intenzioni con una lettera d'intenti o con la richiesta di una trattativa in esclusiva. Secondo indiscrezioni, Etihad punterebbe a diventare il primo azionista di Alitalia con il 49%, con una iniezione di liquidità fino a 350 milioni di euro.   

News Correlate