martedì, 19 Ottobre 2021

Alitalia, oltre 300 manifestanti protestano a Fiumicino

Con fumogeni arancioni, ripetuti schiamazzi di trombette e persino un furgoncino con sopra alcuni manifestanti, i lavoratori di Alitalia radunati davanti al Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, nel frattempo saliti ad oltre 300, stanno facendo valere le loro proteste contro i licenziamenti della compagnia e le altre tematiche scottanti del settore aereo.

“Nel tardo pomeriggio di ieri il Governo, con la complicità di alcuni noti partiti politici come Italia Viva e Lega – sostiene Antonio Amoroso, della segreteria nazionale dell’Unione Sindacale di base – ha rinviato al 5 ottobre la votazione delle mozioni presentate contro il progetto ITA e contro lo scelte palesemente contrarie ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali portati avanti da Altavilla”.

“Perché non devono essere sempre le lavoratrici ed i lavoratori a pagare per la crisi del trasporto aereo – sostengono a loro volta a Fiumicino gli esponenti sindacali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Ugl – e per le numerose scelte imprenditoriali sbagliate. Continueremo a lottare e non ci fermeremo, fino a quando non avremo raggiunto il rispetto delle istanze delle lavoratrici e dei lavoratori”.

News Correlate