mercoledì, 25 Novembre 2020

Qatar guarda a Meridiana, ma Rigotti smentisce

Si rincorrono le voci su un possibile coinvolgimento di Qatar Airways nel ‘salvataggio’ di Meridiana. Secondo alcune indiscrezioni, l’interesse dei qatarini, al di là dei collegamenti diretti con la Costa Smeralda, si baserebbe sull’acquisizione di almeno il 20% delle azioni della holding Alisarda Spa, che controlla il 100% della compagnia aera Meridiana Fly e soprattutto quasi l’80% della Geasar, la società di gestione dell’aeroporto di Olbia.

Voci però smentite dal presidente di Alisarda spa e Meridiana fly spa, Marco Rigotti. “E’ una notizia del tutto priva di fondamento, fatta circolare ad arte da qualcuno al fine di confondere le acque in una trattativa già molto complessa e difficile” afferma in una nota Rigotti. “Come chiarito in più occasioni – aggiunge – il problema di Meridiana non è certo l’Azionista, bensì la necessità di affrontare una profonda ristrutturazione, senza la quale nessun azionista sarebbe disposto a continuare a investire. Far credere che Meridiana così com’è possa interessare a qualcuno è strumentale alla filosofia del continuo differimento, incompatibile con la sopravvivenza dell’azienda. Il riferimento alla holding Alisarda e dunque all’aeroporto di Olbia avviene poi del tutto a sproposito e serve solo a dare una parvenza di credibilità a ciò che credibile non è”.   

Intanto le trattative sindacali vanno avanti ed è attesa per il prossimo 9 gennaio la convocazione al ministero dello Sviluppo economico per un ennesimo incontro sul residuo personale in esubero. Va avanti infatti la procedura di licenziamento aperta il 27 ottobre 2014 per 1.478 dipendenti di Meridiana fly e 156 di Meridiana Maintenance: su questi 1.634 esuberi circa 300 sono usciti volontariamente e potranno beneficiare di un ulteriore anno di mobilità (per i residenti in Sardegna), di un incentivo di 15 mila euro lordi e di un carnet di biglietti aerei.  

News Correlate