martedì, 7 Dicembre 2021

Ryanair lancia l’handling elettrico in 11 dei principali aeroporti europei

Ryanair ha lanciato l’handling elettrico in 11 aeroporti europei – Alicante, Barcellona, Madrid, Malaga, Maiorca, Siviglia, Santiago, Valencia, Amsterdam Schipol, Göteborg-Landvetter e Oslo – consentendo spostamenti a emissioni zero. Questi ultimi sviluppi, leader nel settore, rappresentano un investimento significativo in operazioni sostenibili, rafforzano l’impegno di Ryanair nel ridurre il proprio impatto ambientale e contribuiscono ulteriormente ad aprire la strada al raggiungimento di zero emissioni nette di carbonio entro il 2050.

Azul Handling, partner di Ryanair per l’handling in Spagna e Portogallo, sarà la prima società di handling a emissioni zero in Spagna, grazie a un investimento di 7,3 milioni di euro in e-Quipment, che consentirà alla compagnia aerea di offrire spostamenti a emissioni zero in queste otto principali località spagnole. Ciò porta a un risparmio di emissioni di 1.000 tonnellate di CO2 all’anno. Oltre alla Spagna, l’handling di Ryanair diventerà completamente elettrico ad Amsterdam Schipol, Göteborg-Landvetter e all’aeroporto di Oslo, attraverso una partnership con Menzies Aviation. Questo è stato reso possibile grazie alla fornitura, da parte dell’aeroporto, di infrastrutture modificabili necessarie per le apparecchiature elettriche.

“Il lancio della movimentazione elettrica in 11 dei nostri aeroporti europei è un passo importante nel percorso di Ryanair verso l’azzeramento delle emissioni entro il 2050.  Il processo comprende una serie di passaggi e apparecchiature elettriche, tra cui trattore elettrico per bagagli, caricatore elettrico a nastro per bagagli, scale per i passeggeri, alimentazione elettrica a terra e trattore elettrico a spinta che aiuta l’aereo a lasciare dalla posizione di parcheggio dell’aeromobile, e questo processo viene ora effettuato senza emissioni in questi 11 scali – ha detto Thomas Fowler, Director of Sustainability Ryanair – In Ryanair ci siamo impegnati a raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2050 e a ridurre le emissioni di CO2  per passeggero/km del 10% entro il 2030. Ecco perché abbiamo investito 22 miliardi di dollari in nuovi aeromobili che ci aiuteranno a ridurre il nostro consumo di carburante del 16% a posto circa. Ora possiamo offrire handling a zero emissioni in ciascuno di questi 11 scali mentre in precedenza, un processo standard poteva emettere fino a 52 kg di CO2. Le nostre partnership con leader del settore come Azul e Menzies Aviation sono vitali per raggiungere il nostro obiettivo carbon neutral entro il 2050”.

News Correlate