domenica, 17 Gennaio 2021

Ryanair scommette su 737 Max e ne ordina 75 ma gli cambia il nome

Ryanair ordina altri 75 Boeing 737 Max per un valore di oltre 22 miliardi di dollari, in quella che è un’importante iniezione di fiducia del velivolo rimasto a terra per oltre un anno in seguito a due incidenti mortali. Ora che il Boeing Max è stato certificato dalla FAA per tornare in servizio, la compagnia prevede di prendere le prime consegne di questi nuovi velivoli a basso consumo di carburante ed ecocompatibili dall’inizio del 2021 e fino al dicembre 2024. L’ordine si aggiunge ai 135 velivoli già acquistati, portando a 210 gli esemplari che si muoveranno con le diverse livree del gruppo a basso costo (Ryanair, Buzz, Lauda, Malta Air). L’aereo si chiamerà 737-8200, quindi scompare la dicitura “Max”.

Ryanair utilizzerà questi nuovi aeromobili per espandere i suoi servizi a basso costo in nuovi paesi e mercati dell’UE, il che incentiverà i consumatori europei e la sua industria dei viaggi per riprendersi dalla pandemia di Covid-19, non appena verranno lanciati più vaccini nel 2021 e la vita tornerà alla normalità.

Il Boeing 737 MAX-8200, una volta consegnato, sarà il più controllato e regolamentato nella storia dell’aviazione. Le prestazioni dell’aeromobile sono eccezionali, poiché offre 8 posti in più per volo, consuma il 16% in meno di carburante e riduce le emissioni di rumore del 40%.

“Ryanair sta ancora una volta dando fiducia alla famiglia del Boeing 737. Noi crediamo in questo aereo e continueremo a lavorare per riguadagnare la fiducia di tutti i nostri clienti”, afferma Dave Calhoun, l’amministratore delegato di Boeing.

“Il Boeing MAX – ha aggiunto l’amministratore delegato del gruppo Ryanair Michael O’Leary – è un aereo favoloso con più posti a sedere, più spazio per le gambe, tariffe più basse, minor consumo di carburante e stabilisce incredibili standard ambientali, tra cui il 40% in meno di rumore e minori emissioni di CO2. Speriamo di prendere in consegna almeno 50 di questi velivoli nel 2021, a condizione che Boeing recuperi la sua produzione di produzione per consegnarli. Finché la pandemia Covid-19 deprime i viaggi aerei, utilizzeremo questi nuovi aeromobili per sostituire parte della nostra vecchia flotta Boeing NG, che rimarrà a terra fino al ritorno della domanda pre-Covid. Ma non appena il virus Covid-19 si ritirerà – e lo sarà nel 2021 con il lancio di più vaccini efficaci – Ryanair e i nostri aeroporti partner in tutta Europa – con questi aeromobili efficienti dal punto di vista ambientale – ripristineranno rapidamente voli e orari, recupereranno il traffico perso e aiuteranno le nazioni europee recuperano la loro industria del turismo e riportano i giovani a lavorare nelle città, nelle spiagge e nelle località sciistiche dell’Unione europea”.

News Correlate