lunedì, 20 Settembre 2021

Fiere e congressi, firmato decreto sblocca risorse

Il ministero del Turismo è pronto ad erogare i ristori agli enti fiera, agli operatori congressuali e della logistica. Sono 450 i milioni stanziati a favore degli operatori fieristici e il ministro, Massimo Garavaglia, ha già firmato il decreto che sblocca le risorse. Nel dettaglio 163 milioni saranno destinati alle fiere, 163 milioni per gli operatori dei congressi, 123 milioni saranno invece ripartiti tra gli operatori della logistica legata al settore.
Dal 6 agosto 2021, il ministero del Turismo lancia il bando al quale potranno aderire gli operatori danneggiati dal rinvio delle loro manifestazioni. Il bando consentirà alle aziende di presentare le proprie istanze a partire dal 10 agosto 2021 attraverso una piattaforma informatica allestita appositamente sul sito del Ministero del Turismo.
Per abbreviare ulteriormente i tempi di erogazione dei ristori il provvedimento ministeriale prevede anche il pagamento di una anticipazione di 100 milioni di euro da ripartire automaticamente tra i soggetti che parteciparono, lo scorso anno, alla prima procedura di ristoro. Il calcolo del contributo a fondo perduto si baserà sulla perdita di fatturato registrata nel periodo di stretto lockdown rispetto al 2019. L’autorizzazione europea permetterà di attribuire il sostegno anche oltre il limite ordinario del temporary framework oggi in vigore di 1,8 milioni di euro, già riconosciuto al ministero del Turismo. E sempre per il settore fìeristico il ministero stanzierà in tempi brevi e con le stesse procedure semplificate gli altri 50 milioni previsti dal decreto Sostegni.
Con l’autorizzazione europea – al momento ancora informale, ufficiale solo dopo Ferragosto – concessa per l’erogazione di 450 milioni alle Fiere, sono già tre le autorizzazioni europee a favore di altrettante misure a sostegno del Turismo proposte ed ottenute dal dicastero guidato dal ministro Garavaglia. Alle Fiere, infatti, vanno aggiunte quella per le risorse messe a disposizione per agenzie di viaggio e tour operator e l’altra per i gestori degli impianti di risalita.
A breve, il Ministero emanerà altri provvedimenti per assicurare ulteriori risorse alle agenzie di viaggio, alle strutture ricettive, ai bus turistici scoperti, alle guide e agli accompagnatori turistici, alle attività di animazione turistica.

News Correlate