Ncl chiude in positivo il III trimestre con utile del 22%

Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. ha comunicato i risultati finanziari per il III trimestre conclusosi il 30 settembre 2015 che ha registrato una crescita dell’utile rettificato per azione del 22% a 1,35 dollari, su un utile netto rettificato di 311,1 milioni di dollari. Incremento del Net Yield rettificato su base aziendale combinata del 2,2% o del 4,7% su base di valuta costante, spinto dall’aumento delle tariffe nel trimestre. Aumento del 19,8% su base riportata. Crescita dell’Ebitda rettificato del 37% a 447,8 milioni di dollari da 326,7 milioni.

La società ha realizzato un utile netto rettificato di 311,1 milioni di dollari o 1,35 dollari per azione. L’utile rettificato per azione è aumentato del 22% rispetto all’esercizio precedente, assestandosi all’estremità superiore delle previsioni della Società che hanno beneficiato della solida performance del Net Yield. Su base GAAP l’utile netto è stato di 251,8 milioni di dollari o 1,09 dollari per azione rispetto ai 201,1 milioni o 0,97 dollari per azione dell’esercizio precedente.

Il Net Yield rettificato è migliorato del 19,8% (22,7% su base di valuta costante), principalmente grazie all’acquisizione di Prestige avvenuta nel quarto trimestre del 2014. Su base aziendale combinata, confrontando i risultati attuali con i risultati combinati di Norwegian e Prestige dell’esercizio precedente, il Net Yield rettificato è aumentato del 2,2% (4,7% su base di valuta costante), riflettendo i migliori prezzi nel trimestre spinti dalla solidità degli itinerari nei Caraibi, alle Bermuda e in Alaska, in parte compensati dal calo di alcuni itinerari nel Mediterraneo orientale. Il rendimento netto rettificato del periodo è stato di 978,2 milioni di dollari rispetto ai 694,4 milioni di dollari nel 2014, un aumento del 40,9% dovuto soprattutto all’acquisizione di Prestige.

Il costo di crociera netto rettificato per giorno operativo, escluse le spese per il carburante, è aumentato del 30,50% (32,1% su base di valuta costante), principalmente in seguito all’acquisizione di Prestige, mentre su base aziendale combinata è aumentato del 6,4% (7,8% su base di valuta costante), principalmente a causa delle tempistiche delle spese di marketing e a graduali miglioramenti a bordo per spese voluttuarie e costi di manutenzione. Il prezzo del carburante per tonnellata metrica, al netto delle coperture, è diminuito dell’11,7%, passando dai 641 dollari del 2014 ai 566 dollari attuali.

Alla luce della forte performance del Net Yield, la Società ha aumentato le sue previsioni per il Net Yield rettificato per l’intero esercizio 2015. È previsto un aumento moderato del costo di crociera netto rettificato a causa delle tempistiche summenzionate di alcune spese. Come conseguenza, la Società ha  ristretto la gamma e aumentato il punto centrale per le previsioni relative all’utile rettificato per azione per l’intero esercizio del 2015, che è ora compreso tra i 2,85 e i 2,90 dollari.

La consegna della Norwegian Escape a ottobre segna la più recente tappa del programma misurato di nuove navi della Società che comprende consegne annuali fino al 2019. La Società riceverà in consegna altre due navi nel 2016. Sirena si aggiungerà a Oceania Cruises a marzo con la sua prima crociera a fine aprile, a seguito di un intervento multimilionario di rinnovo e ammodernamento della durata di 35 giorni. Seven Seas Explorer andrà ad aggiungersi alla flotta Regent nel terzo trimestre.

 

News Correlate