martedì, 29 Novembre 2022

Intesa Sanpaolo a fianco degli hotel: in arrivo 1 miliardo

Intesa Sanpaolo rinnova il proprio supporto al rilancio del settore turistico duramente colpito dalla crisi sanitaria attraverso iniziative mirate per accompagnare gli albergatori nel percorso delineato dal PNRR. Con l’obiettivo di favorire gli investimenti lungo la direzione del turismo
sostenibile, il primo gruppo bancario italiano mette da oggi a disposizione delle aziende del comparto 1 miliardo di euro. In questo modo, intende accompagnare le PMI del settore nella transizione principalmente lungo tre assi: riqualificazione e aumento degli standard qualitativi delle strutture ricettive; sostenibilità ambientale dell’offerta attraverso il rinnovamento di strutture e servizi e digitalizzazione del modello di servizio. Saranno integrate nell’iniziativa anche le misure previste dal Decreto Legge 43 relativo alle misure del PNRR Turismo.

In questa cornice si collocano le due nuove soluzioni di finanziamento di Intesa Sanpaolo ideate per rispondere alle esigenze del settore e contribuire al rilancio delle strutture ricettive italiane. In particolare, Suite Loan è pensata per le imprese turistiche che intendono migliorare il proprio posizionamento in termini di qualità della propria struttura ricettiva attraverso un meccanismo di incentivi economici grazie alla riduzione del tasso a seguito della condivisione di obiettivi di miglioramento. Un ulteriore riconoscimento economico viene concesso all’azienda a seguito dell’ottenimento dell’up-grade in termini di “stelle” grazie al miglioramento di struttura e servizi.

La seconda proposta, S-Loan Turismo, mira a incentivare gli investimenti volti alla riqualificazione energetica della struttura alberghiera, con particolare attenzione agli impatti ambientali. Anche in questo caso è previsto un meccanismo di premialità correlata in termini di riduzione del costo del finanziamento e la possibilità di abbinare la garanzia SACE Green all’80%, che consente di allungare la durata del finanziamento fino a 20 anni, comprensivo di 3 anni di preammortamento.

Soddisfazione per l’impegno profuso da Intesa Sanpaolo è stato espresso daui vertici delle associazioni di categoria.
“Apprezziamo – dice Bernabò Bocca, presidente Federalberghi – la disponibilità di Intesa Sanpaolo nel sostenere la ristrutturazione degli alberghi italiani, premiando le imprese che più investono sulla qualità. In una fase così strategica per la ripresa del comparto turistico ciò equivale a dare linfa ai nostri imprenditori. Nel contempo, si contribuisce così a rimettere in moto pianificazione ed operatività del settore, dando impulso all’intraprendenza ed alla voglia di crescere che caratterizza da sempre la nostra categoria”.

“Il nostro dialogo con Intesa Sanpaolo si arricchisce di nuovi elementi e il pacchetto degli interventi individuati è calibrato molto bene per il settore come tra l’altro quello destinato alla sostenibilità ambientale. In una logica volta a favorire il futuro delle attività, le aziende che vogliono investire su efficientamento energetico e riduzione dei consumi avranno a disposizione, grazie anche alla possibilità
di abbinare la garanzia SACE Green, un prodotto ad hoc in linea con gli obiettivi individuati dallo stesso Pnrr”, aggiunge Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi.

“Poter migliorare le nostre strutture ricettive e rendere ancor più sostenibile la nostra offerta, grazie alle soluzioni di Intesa Sanpaolo,
significa accrescere le possibilità di soddisfare i clienti, ridurre costi, consumi e di conseguenza spostare verso l’alto la qualità dell’offerta”, sottolinea Massimo Caputi, presidente Federterme Confindustria.

News Correlate