TESTMSL

Continuano i rimpatri degli italiani anche da Capo Verde e Gambia

Continuano anche da Stati minori del’Africa occidentale e con operazioni mirate a piccoli gruppi (perfino di solo due persone) i rimpatri di italiani bloccati all’estero dal coronavirus. Grazie alla collaborazione della Germania, secondo quanto si è appreso, sono rientrati in Italia via Francoforte due turisti rimasti bloccati in Gambia, piccola nazione al confine con il Senegal.

Inoltre, grazie agli sforzi dell’Ambasciata d’Italia a Dakar, in coordinamento con l’Unità di Crisi della Farnesina era stato effettuato un consistente rimpatrio dall’arcipelago di Capo Verde: operato in collaborazione con la compagnia Neos, un volo ha fatto scalo nelle isole di Boa Vista e di Sal riportando in Italia circa 160 turisti bloccati a causa della totale chiusura per 30 giorni delle frontiere aeree nei confronti dell’Europa e di altri paesi colpiti dalla malattia a partire dal 18 marzo.

Si è appreso inoltre che, in collaborazione con l’Unità di Crisi della Farnesina e rappresentanze di altri paesi Ue presenti in loco, l’Ambasciata d’Italia a Dakar sta seguendo con attenzione anche la situazione degli italiani presenti in Senegal, in Guinea Bissau e in Mali.

News Correlate