mercoledì, 30 Settembre 2020

Coldiretti: in vacanza si spende più per il cibo che per alloggio e souvenir

Nell’estate 2018 i turisti, italiani e stranieri, destineranno 30 miliardi di euro per la spesa alimentare, pranzi e cene in locali, consumo di street food e acquisto di specialità gastronomiche. Si tratta del 35% del budget totale per le vacanze, superiore alle spese per l’alloggio (24 miliardi), per l’acquisto di souvenir di abbigliamento e artigianato (19 miliardi).

Lo ribadisce la Coldiretti nel rapporto “Le vacanze italiane nel piatto 2018′, presentato a Torino.  Inoltre, secondo Coldiretti saranno 7,4 milioni gli italiani che andranno in vacanza a giugno. Andare in vacanza prima dell’alta stagione, spiega l’associazione nell’analisi condotta con Ixè, consente risparmi che quest’anno possono superare il 25% e che risultano particolarmente appetibili in tempi di crisi. I listini per l’alloggio, il vitto ma anche per le attività ricreative subiscono infatti – precisa la Coldiretti – un’impennata a partire dal mese di luglio per toccare i valori massimi nella prima metà di agosto.

News Correlate