Commissione Trasporti: auspicabile separazione Rfi da Fs

Conclusa l’indagine conoscitiva sul settore ferroviario iniziata a ottobre 2010

"E' auspicabile una sostanziale separazione di ruoli tra fornitore del servizio di trasporto e gestore della rete stessa: si potrebbe realizzare collocando Rfi al di fuori del Gruppo Ferrovie dello Stato, mantenendone comunque il controllo pubblico, previa puntuale verifica dell'economicità della gestione". Lo scrive la IX Commissione Trasporti, Poste e Tlc della Camera dei deputati, che ha approvato all'unanimità il documento conclusivo dell'Indagine conoscitiva sul settore del Trasporto Ferroviario.
Nelle conclusioni dell'indagine, cominciata nell'ottobre 2010 e in cui sono stati sentiti 22 soggetti, la Commissione aggiunge che "appare essenziale per il pieno sviluppo della concorrenza l'affidamento della gestione a un soggetto separato non solo giuridicamente, ma anche terzo e indipendente dal punto di vista economico e organizzativo".
L'Autorità di regolazione nazionale dovrebbe essere "effettivamente indipendente dalle strutture ministeriali attraverso l'istituzione di una nuova Autorità, o ampliando le funzioni di un'esistente Autorità con il compito di garantire la concorrenza ex ante, cioè prima che il confronto di mercato abbia inizio, anziché di controllo ex post".
Secondo la Commissione, è necessario "un Regolatore Europeo (previsto fin dal 2001) per assicurare al consumatore un apprezzabile miglioramento quali-quantitativo del servizio".

News Correlate