sabato, 5 Dicembre 2020

Dcpm, testo finale salva navi crociera italiane mentre i musei chiudono venerdì

L’entrata in vigore delle nuove misure anticovid slitta di un giorno e il ministero dei beni culturali e turismo aggiorna la nota con la quale aveva annunciato la chiusura di musei, siti archeologici, e luoghi della cultura pubblici: “In ottemperanza alle nuove misure di contrasto e contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 previste dal Dpcm (art. 1, lettera r), il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo comunica che dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 sono sospese le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei, degli archivi, delle biblioteche, delle aree archeologiche e dei complessi monumentali di cui all’articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio”.

Inoltre, il testo finale del Dpcm non vieta di operare, a differenza di quanto previsto nell’ultima bozza, alle navi di crociera battenti bandiera italiana. “I servizi di crociera da parte delle navi passeggeri di bandiera italiana possono essere svolti solo nel rispetto delle specifiche linee guida di cui all’allegato 17 del presente decreto”, si legge nel decreto.

News Correlate