giovedì, 22 Ottobre 2020

I sudditi di sua maestà puntano sull’Italia con la campagna ‘Welcome to Great Britain’

A Milano, in occasione della presentazione della campagna ‘Welcome to Great Britain’, sono state illustrate 3 iniziative delle organizzazione britanniche in Italia mirate ad attrarre l’interesse degli italiani, nel campo del commercio, in quello del turismo e in quello della formazione. 

Nel primo caso è stata ricordata l’apertura di una nuova piattaforma digitale (www.great.gov.uk) con tutte le informazioni per il commercio internazionale e gli investimenti. Una campagna digitale curata da ‘Visit Britain’ inizierà invece il 1 marzo, con durata di 6 settimane, per ispirare gli italiani a viaggiare nel Regno Unito.

Secondo i dati forniti nel corso dell’incontro nei primi 9 mesi del 2016 i turisti italiani sono stati 1,5 milioni, in aumento del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. E hanno speso in tutto 758 milioni di sterline, con una crescita del 18%.

Nell’ambito della formazione, infine, sono aumentati gli studenti italiani che hanno scelto percorsi di studio universitario o post-universitario nel Regno Unito. Nell’anno scolastico 2014-2015 sono stati 12.000, un aumento del 10% dal 2010. Per consolidare e aumentare questo trend è stato annunciato che sabato 25 febbraio, sempre a Milano, all’Hotel Marriot, si terrà una nuova edizione di ‘Study in the Uk’, la fiera curata dal British Council, che vedrà la presenza di oltre 40 fra università, college e scuole di lingua, che presenteranno le proprie offerte agli studenti italiani. 

News Correlate