lunedì, 30 Novembre 2020

Skal International Italia sigla accordo con i Borghi più Belli

Skal International Italia e i Borghi più belli d’Italia hanno concordato la stipula di un protocollo d’intesa. L’obiettivo è l’avvio di una partnership in cui Skal International Italia si pone come struttura di consulenza dell’associazione Borghi sia per gli aspetti giuridico-legali, tramite il proprio partner Eurojuris, sia per comuni azioni di marketing da effettuare sui mercati nazionale ed esteri attraverso i propri club.

L’accordo è giunto al termine del workshop “Accogliente ed emozionante: l’Italia dei territori e dei percorsi turistici da scoprire e valorizzare” che si è svolto ieri, mercoledì 17 dicembre, all’Università Bocconi di Milano, e rappresenta il primo frutto concreto del monito con cui Magda Antonioli, direttore di Met Università Bocconi, ha concluso i lavori: “Uniamo le forze rispettando gli ambiti di competenza per rilanciare il turismo italiano”.

 “Fare rete e impresa è la chiave per andare sui mercati esteri – ha sottolineato Giorgio Palmucci, presidente Aica – i primi segnali di cambiamento vengono richiesti alle strutture ricettive. Che siano piccole o grandi realtà devono essere in grado di creare valore aggiunto legandosi all’unicità del territorio in cui sono inserite”. Sulla stessa lunghezza d’onda Domenico Pellegrino, direttore generale di Valtur che ha illustrato le strategie della compagnia.

Paolo Rossi, presidente Federalberghi Lombardia, ha invece puntato sulla formazione. “È fondamentale tornare ad essere l’Italia che vince puntando sulla professionalità. Formare i futuri manager del turismo ripensando le logiche del comparto è la strada che dobbiamo intraprendere”.

In tal senso si inserisce la problematica sulla diffusione dei contenuti evidenziata da Tommaso Vincenzetti, marketing and business development director Amadeus Italia. “Il 65% dei contenuti è distribuito off line mentre il 35% online. Quest’ultimo dato rappresenta il 40% del totale e-commerce in Italia che corrisponde a circa 11 miliardi e 300 milioni di euro. Ma il problema vero è che la percentuale è composta per lo più da biglietteria dove il contenuto personalizzato non esiste. L’hotellerie corrisponde al 10% e i pacchetti così detti evoluti solo al 4%”.

“I centri minori, ed i borghi che ne costituiscono i centri di eccellenza – ha detto Fiorello Primi, presidente I Borghi più Belli d’Italia – hanno una naturale e spiccata cultura del’accoglienza che risulta sempre particolarmente gradita all’ospite alla ricerca di sensazioni ed emozioni”.

Secondo Toti Piscopo, presidente di Skal International Italia, “è necessario seguire l’evoluzione dei centri minori individuando le strategie più opportune per accompagnare anche le piccole imprese nello sviluppo di quella cultura di impresa che può contribuire a sviluppare economia turistica diffusa”.

Particolare attenzione a questo tipo di offerta è stata posta da Enzo Carella, ceo Clubviaggi e presidente Italy & You, che con il suo network si è detto disponibile a supportare attraverso le agenzie di viaggio la commercializzazione dei centri minori e ha anticipato la realizzazione del portale TripItaly che dedicherà spazio a questa offerta.

“Il workshop con questo taglio puramente imprenditoriale – spiega Magda Antonioli, direttore Met Bocconi – è stato di grande efficacia, così come la collaborazione con lo Skal International Italia si è rivelato un binomio vincente e ritengo sarà un’esperienza da ripetere per dibattere altri temi d’interesse del nostro turismo”.

Ancora una volta lo Skal International Italia si conferma stanza di compensazione per idee, progetti e iniziative dei diversi soggetti che concorrono alla filiera turistica con un sguardo sempre più imprenditoriale.

News Correlate