lunedì, 20 Maggio 2024

Boom dei viaggi in famiglia, 5 consigli della psicologa

Trascorrere del tempo di qualità in famiglia – alla scoperta di nuove città, immersi nella quiete della montagna o in riva al mare – si conferma essere una priorità, soprattutto negli ultimi anni: la tendenza a voler viaggiare in compagnia dei propri cari, ha infatti registrato un costante incremento, come emerso dall’Osservatorio della Borsa Internazionale del Turismo 2022. A livello europeo, circa il 72% degli intervistati ha dichiarato di voler trascorrere le proprie vacanze esclusivamente insieme a figli e partner, un desiderio che si rafforza ulteriormente in Italia, con il 78% che desidera passare del tempo con i propri cari.

A confermare il crescente interesse per i viaggi in famiglia anche Novotel, che riserva da sempre un’attenzione speciale ai piccoli viaggiatori e ai loro genitori. Negli ultimi quattro anni, la percentuale di bambini che hanno soggiornato presso le 14 strutture del marchio in Italia, è passata dal 10,5% del 2019 al 16.5% del 2022, sul totale delle presenze. PassapOrso è l’ultima novità proposta da Novotel per offrire un’esperienza di viaggio coinvolgente e a misura di bambino: si tratta di uno speciale passaporto personalizzato che i piccoli viaggiatori ricevono al momento del check-in e che li accompagna, durante l’intero soggiorno, in un percorso alla scoperta dell’hotel: dopo ogni tappa i bambini possono apporre uno sticker sul proprio PassapOrso per conquistarsi lo speciale Orsetto Novotel. Inoltre, particolare attenzione è posta anche alle necessità economiche delle famiglie: presso tutte le strutture Novotel i bambini fino ai 16 anni di età hanno la possibilità di soggiornare gratuitamente (colazione inclusa), se in stanza con i propri genitori .

Ovviamente partire con i bambini comporta dei timori riguardo l’organizzazione della vacanza, i ritmi differenti, l’alimentazione e la sicurezza: preoccupazioni comprensibili, che però al tempo stesso, rischiano di mettere in moto un senso di eccessiva prudenza e responsabilità già prima di partire. A tal proposito Novotel ha approfondito il tema in collaborazione con Chiara Di Nuzzo, Ph.D., Psicoterapeuta e Psicologa del viaggio.

 

Qui di seguito 5 consigli, utili e concreti, dedicati a grandi e piccini, per un viaggio all’insegna di comfort e benessere:

• “LA META: UNA SCELTA CONDIVISA”
Scegliere la destinazione del viaggio è un momento di coinvolgimento per tutta la famiglia, utile a instaurare un rapporto di condivisione, ponendo le basi per un’esperienza gratificante: è necessario creare uno spazio di ascolto in cui ogni componente dà voce ai propri desideri, aspettative e bisogni. Una volta scelta la meta, si può alimentare la curiosità programmando attività da fare in loco e nutrire l’immaginazione, specie dei più piccini, con letture, disegni e fotografie.

• “L’ORGANIZZAZIONE PRIMA DI TUTTO”
Non è facile prevedere gli imprevisti ma si può ragionare in anticipo su come organizzarsi: è utile stilare una lista dei punti critici che potrebbero minare la serenità della vacanza, mettere le cose indispensabili in valigia e scegliere una struttura munita di servizi ed esperienze che accontentano e rispettano le esigenze di tutta la famiglia.

• “SEMPLICI REGOLE”
Uscendo dalla routine quotidiana, è bene stabilire un nuovo equilibrio: poche e semplici norme possono aiutare a scandire meglio la giornata, stabilendo il tempo da dedicare allo svago e al riposo oltre che quello da dedicare a sé stessi o alla famiglia. Avere ritmi e orari chiari aiuta a creare un clima di serenità e tranquillità; inoltre, per i figli più grandi, co-definire delle regole famigliari insieme, è anche un modo per responsabilizzarli e dar loro fiducia.

• “IL DIALOGO PROTAGONISTA DEL VIAGGIO”
Partire con l’intenzione di stare bene insieme, senza rinunciare ad avere degli spazi di autonomia, consente di sentirsi protagonisti della propria avventura: in viaggio, i momenti di dialogo sono occasioni significative per lasciare spazio all’ascolto e sentirsi liberi di raccontare le proprie esperienze. Crescere insieme significa anche condividere emozioni: per i più piccoli è utile trasformare in gioco la condivisione di ciò che è piaciuto di più della giornata, mentre, per rafforzare i legami, una buona idea è scrivere un diario a più mani, a cui associare fotografie di ricordi vissuti.

• “FIDUCIA, LA CHIAVE PER CAMBIAMENTI E IMPREVISTI”
Andare in vacanza insieme significa imparare a trovare il giusto equilibrio tra la vicinanza e la distanza, tra la fiducia, la sicurezza e l’amore reciproco: i cambiamenti e i piccoli imprevisti fanno sempre parte di un viaggio ed è quindi importante saperli accogliere positivamente, rimanendo fiduciosi nelle proprie capacità di adattarsi.

News Correlate