venerdì, 30 Ottobre 2020

Case vacanze, crescita a doppia cifra per l’Italia scelta da connazionali e stranieri

HomeAway pubblica il punto della situazione sulla stagione che sta volgendo al termine con i dati dell’Osservatorio Estivo che analizza la domanda di case vacanza per l’estate 2016. Nel periodo 21 giugno – 20 settembre sia i nostri connazionali che gli stranieri scelgono l’affitto di case vacanze al mare come soluzione privilegiata per gruppi di amici e famiglie.

L’Italia sbaraglia la concorrenza internazionale e continua la sua corsa con una crescita del +60% di richieste di prenotazione di case vacanza rispetto allo scorso anno. Le regioni al top sono la Puglia che domina la classifica e segna un +55% di crescita e la Sardegna al +80%. Bene anche la Sicilia con un +67% di aumento delle richieste. Al quarto posto la Toscana con un incremento del +55%.

Analizzando la domanda più nel dettaglio, nella top 5 delle località italiane più richieste per l’estate 2016 ci sono Lecce (Puglia) +48%, Olbia Tempio (Sardegna) +81%, Trapani (Sicilia) +47%, Cagliari (Sardegna) +92, e Livorno (Toscana) +58%.

All’estero la partita si gioca con la Spagna, al secondo posto della classifica delle destinazioni più richieste, con un aumento della domanda del +70% e un vero e proprio boom del per Formentera (+93). Al terzo posto delle destinazioni preferite dagli italiani c’è la Francia, che pur registrando quest’anno un lieve flessione (– 5%) delle richieste per la Costa Azzurra, nel complesso si mantiene in crescita al +31% con la Corsica che registra un +81%.

L’Italia è nella top 3 delle destinazioni scelte anche dal turismo straniero che anche per l’estate 2016 non ha deluso le aspettative e ha scelto il belpaese per trascorrervi qualche giorno di relax. I più numerosi sono i tedeschi che hanno scelto in ordine di preferenza Toscana (+14%) e Sardegna (+22%) come anche Lombardia e Veneto (rispettivamente del +26% e del +29%). Ottima la presenza anche del turismo francese che quest’anno ha preferito la Toscana (+25%) e incrementato anche di più la propria richiesta per la Sardegna con un incremento del +65%. Non male la domanda degli olandesi e degli spagnoli, per i quali l’Italia è al terzo posto delle destinazioni più richieste, rispettivamente con la Toscana (+9%) e la Sardegna (+11%). Bene anche la domanda inglese, che registra un incremento soprattutto in Toscana (+23%) e in Sardegna (+21).

Ottimi anche i dati sulla durata media del soggiorno, che rimane stabile rispetto allo scorso anno e si attesa intorno alle 9 notti. Dall’Osservatorio emerge che l’estate si conferma il periodo più lungo dedicato al relax e allo svago e sancisce ancora una volta il grande successo delle case vacanza come soluzione privilegiata da famiglie e gruppi di amici per trascorrere un periodo di relax, non rinunciando alla propria privacy, al risparmio e alla flessibilità.

 

News Correlate