lunedì, 30 Novembre 2020

Da Mosca viaggi in Siria già nel 2016 con visite al fronte

L’ultima novità in fatto di viaggi estremi arriva dalla Russia. Una compagnia ha infatti chiesto di registrare il marchio ‘Assad Tour’ presso l’ufficio brevetti moscovita e creare percorsi turistici in Siria – già a partire dal 2016 – che includano anche visite “al fronte”.    

“La Megapolis Ltd – ha dichiarato il direttore dell’ufficio brevetti, Anatoly Aronov, che ha assistito alla compilazione della pratica – prevede di lanciare i tour da Mosca il prossimo anno”.

I ‘viaggi’ saranno a quanto pare offerti a individui o piccoli gruppi. Secondo Antonov, la società ha già contattato l’ambasciata siriana a Mosca e i ministeri competenti e le trattative con gli hotel e le società di trasporto in Siria sono già in corso.  

La proposta ha dell’assurdo, visto che oggi sono ormai centinaia di migliaia i siriani in fuga dalla sanguinosa guerra civile in corso da anni nel loro paese. Se dunque, da un lato, c’è chi è disposto a tutto pur di lasciarsi alle spalle l’orrore e trovare una nuova vita in Europa, anche al costo di rischiare la vita nelle mani dei trafficanti d’uomini, dall’altro c’è chi – forse – è pronto a pagare per provare il brivido del fronte. 

News Correlate