martedì, 18 Maggio 2021

Grecia nel cuore dei vacanzieri italiani ma al top c’è la Spagna

Gli italiani continuano ad amare la Grecia nonostante la situazione economica in cui versa il paese ellenico: gli annullamenti delle prenotazioni in Grecia rimangono sostanzialmente in linea con quelli registrati dalle altre destinazioni marittime europee. È quanto emerge dall’Osservatorio Volagratis, che analizza le prenotazioni di voli e pacchetti vacanza da tutti i siti di lastminute.com group per l’intero periodo estivo giugno-settembre.

“La Grecia sta attraversando un momento delicato della sua storia e gli allarmismi non aiutano – commenta Fabio Cannavale, fondatore e presidente di lastminute.com group – Possiamo dire con serenità che l’incertezza della situazione non sta influendo negativamente sulle prenotazioni in Grecia effettuate dalle nostre piattaforme. Anzi, i nostri dati evidenziano una stagione particolarmente positiva soprattutto per le isole, con prenotazioni in crescita anche del 20%, rispetto al 2014”.

La Grecia e le sue isole sono senza dubbio tra le mete più desiderate e apprezzate dagli italiani e la tendenza si conferma anche per l’estate 2015: Creta conquista il primo posto tra le destinazioni greche e il secondo tra le mete marittime preferite dagli italiani, con prenotazioni cresciute del 48% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Secondo i dati dell’Osservatorio Volagratis è comunque la Spagna la regina dell’estate 2015 che si conferma la meta più prenotata dagli italiani. Barcellona, con prenotazioni in crescita del 117% rispetto al 2014, è al primo posto nelle preferenze degli italiani che pernottano in media 5 notti spendendo mediamente 776 euro. Seguono Maiorca e Ibiza, con prezzi medi di circa 1300 euro per soggiorni di una settimana.

Secondo i dati emersi dall’analisi delle prenotazioni dei pacchetti volo+hotel, gli italiani stanno ritrovando la voglia di viaggiare e rispetto al 2014 aumentano quelli che scelgono di trascorrere le loro vacanze fuori dalla Penisola. Non solo in Europa ma anche oltreoceano, con preferenza per la Grande Mela e Cuba dove quest’anno si registrano soggiorni mediamente più lunghi rispetto allo scorso anno, almeno 8 notti.

Ma se gli italiani si allontanano dal Belpaese, sono sempre di più gli stranieri che decidono di visitarlo. Nel mese di giugno, prosegue la corsa di Milano nell’assicurarsi il riconoscimento come città con il maggior incremento di prenotazioni rispetto al 2014: con l’Expo nel pieno della sua attività, la città meneghina ha visto quadruplicare il numero delle prenotazioni, dall’Italia come dall’Europa, con aumenti rilevanti anche nelle durata e nella spesa medie dei soggiorni.

  

News Correlate